in ,

Università Milano senza veli: la risposta delle studentesse dell’Università di Venezia

Da qualche giorno, le università milanesi si sfidano a colpi di décolleté: le studentesse hanno accettato di inviare la foto del proprio seno, mettendo spesso in mostra anche il lato b, sul quale hanno scritto il nome della propria università, con tanto di “I love”. La scelta, discutibile, ha portato alla polemica che scomoda eventi storici importanti, come il percorso che ha permesso di raggiungere il traguardo dell’emancipazione femminile. In questo senso, vale la pena di evidenziare la risposta delle studentesse dell’Università di Venezia.

Premesso che chi cita l’emancipazione femminile possa sapere di cosa stia realmente parlando, ci chiediamo se sia utile scomodare un fatto di tale rilevanza, per un’iniziativa tendenzialmente virale, che ha come scopo quello di, cito quanto si legge sulle pagine Spotted delle università, “dimostrare che impegno e divertimento possono andare di pari passo”. Tuttavia, visti i commenti che descrivono le ragazze delle università di Milano in modo decisamente negativo, basti pensare all’evento di Facebook “Tirare i croccantini alle studentesse delle università di Milano”, le studentesse dell’Università di Venezia insorgono e decidono di mostrarsi, ma diversamente.

Questa è l’unica parte di me che voglio far competere”: non si parla di décolleté e né, tanto meno, di lato b, bensì di occhi. Posto che non si tratta di dare il giusto esempio o meno, sottolineando che scegliere liberamente cosa fare di sé stesse è ciò che distingue realmente una donna prima e dopo l’emancipazione femminile, è comunque necessario sottolineare la differenza di toni che si legge nei commenti: da “Anni e anni di lotte per l’emancipazione femminile buttati via” sotto le foto delle università di Milano a “Ciò che conta è mostrare di aver cervello, e competere grazie a quello. Oltre che con la passione, naturalmente”, il messaggio è evidente.

 

caso yara processo news

Pomeriggio 5 anticipazioni puntata 21 gennaio: Yara Gambirasio, novità sulle fibre

loris stival news mattino 5

Loris Stival, presunto complice Veronica Panarello: documenti inediti