in ,

Uomini e Donne trono gay: Maria De Filippi vuole cancellare il programma. Ecco il motivo

Brutte notizie per i fan di Uomini e Donne: la padrona di casa, Maria De Filippi, ha deciso di cancellare il trono gay. Alla conduttrice televisiva non sono piaciuti i comportamenti di Claudio Sona, primo tronista gay di Uomini e Donne. Il ragazzo, durante la sua permanenza nel programma di Maria De Filippi, intratteneva una storia d’amore con Juan Sierra, il quale, dopo la fine del programma, ha denunciato tutto prima sui social e poi a mezzo stampa, consegnando tutto il materiale audio e video ad Alberto Dandolo del portale Dagospia e del settimanale Oggi.

Secondo il settimanale SpyMaria De Filippi, per evitare di alzare un nuovo polverone, avrebbe deciso di cancellare il trono gay, restando dunque con il trono classico e il trono over. La decisione non sarà sicuramente apprezzata dai fan del programma, che lo scorso anno si sono affezionati al tronista Claudio Sona e alla sua scelta Mario Serpa. Proprio quest’ultimo era uno dei maggiori papabili per sedere sul trono gay a settembre. A questo punto, Mario potrebbe essere uno dei concorrenti del GF Vip.

Nei prossimi giorni, la redazione di Uomini e Donne si riunirà per pianificare la prossima stagione di Uomini e Donne. I fan si aspettano alcuni ex corteggiatori sul trono classico, come ad esempio Mattia Marciano o Giulia Latini, i pilastri del trono over, invece, saranno sempre Gemma Galgani e Giorgio Manetti.

> CLICCA QUI PER LEGGERE GLI ARTICOLI DI UOMINI E DONNE <<

Written by Vincenzo Mele

Nato a Napoli il 13 Agosto 1996, si è diplomato al Liceo Classico Adolfo Pansini, in Napoli. Attualmente frequenta la facoltà di Lettere moderne all'Università Federico II di Napoli. Giornalista pubblicista iscritto all'Ordine dei giornalisti della Campania. Si occupa di sport, tv e gossip.

Elodie Di Patrizi e Lele Esposito gossip news: la coppia nata ad Amici è “scoppiata”, l’annuncio

Gigi d'Alessio e Anna Tatangelo lasciati

Gigi D’Alessio e Anna Tatangelo si sono lasciati? Arriva la conferma: “Siamo in crisi”