in

Uomini e Donne gossip: Gemma e Giorgio litigano in puntata e lui si sfoga su Facebook

Giorgio e Gemma, Gemma e Giorgio. Alla fine si parla sempre di loro sia che siano le anticipazioni di Uomini e Donne Over sia che siano i gossip che ruotano intorno alla trasmissione condotta da Maria De Filippi. Nelle ultime puntate in onda i due ex hanno litigato pesantemente a causa del comportamento di Gemma che, visibilmente ancora molto innamorata di Giorgio, ha annunciato di aver scritto una lettera al fiorentino e specificato di aver messo nero su bianco tutti i suoi sentimenti e di non essere pronta a dare la lettera in pasto al pubblico. Con la complicità di Maria De Filippi, però, in poco tempo i due ex sono passati dal parlare serenamente allo scontrarsi sulle rispettive posizioni prese a settembre scorso e sui comportamenti di questi ultimi mesi.

Pungolato dalla conduttrice e dalla stessa Gemma, spinto da tutti a palesare il suo pensiero, Giorgio nella puntata del trono Over di Uomini e Donne è passato quindi dal dirsi curioso di leggere, anche in privato, la lettera di Gemma, all’ammettere che la missiva non avrebbe poi probabilmente cambiato le carte in tavola perché quanto accaduto da settembre ad oggi l’ha profondamente deluso e cambiato. Giorgio ha fatto capire di esserci rimasto molto male a causa di alcune esternazioni di Gemma e di avere ancora molta rabbia.

Uno dei protagonisti più amati di Uomini e Donne, dopo essersi rivisto anche su Canale 5, ha poi usato Facebook per sfogarsi un po’ e lasciare un messaggio a tutti i suoi fan scrivendo: “Amici vi auguro di passare una tranquilla notte sotto le stelle di un cielo finalmente senza nuvole, almeno qui a Firenze…. In relax, ascoltando buona musica e liberando la vostra mente dalla negatività accumulata durante il giorno. Tomorrow is a new day!!!

innovative openjobmetisndo startup

Startup Italia, Luiss Enlabs lancia la nuova call: in palio 5 mesi di accelerazione

Omicidio Gloria Rosboch ultime notizie

Gloria Rosboch ultime notizie: spunta pista usura e pedofilia, l’inchiesta si allarga