in

Uova di Pasqua artigianali: ricetta per realizzarle con il Bimby, direttamente a casa

Uova di Pasqua artigianali: volete realizzare delle uova di cioccolato a casa vostra? Con il Bimby sarà un piacere! Ecco qui la ricetta per realizzarle con il cioccolato al latte o fondente. Per prima cosa procuratevi uno stampo, meglio se di medie dimensioni (si maneggiano meglio e si ottengono risultati migliori). I migliori sono quelli in policarbonato: costano di più, è vero, ma sono più rigidi e il cioccolato si stacca meglio. Fate molta attenzione: lo stampo dovrà essere perfettamente pulito e a temperatura ambiente, altrimenti i risultati saranno peggiori.

Ingredienti: considerate sempre una quantità di cioccolato maggiore a quella nominale dell’uovo, per esempio se lo stampo è da 250 grammi, calcolatene 350.

Preparazione:
Mettete il cioccolato nel bimby e tritate per circa 15 secondi a velocità 7 o fino a quando sarà polverizzato. Impostate la temperatura a 50° e 10-12 minuti di tempo (per esempio 10 minuti per 300 grammi circa, 12 per 500 grammi, ecc) a velocità 1. Quando il cioccolato sarà sciolto togliete il boccale dell’alloggiamento per una decina di minuti, per farlo raffreddare più velocemente, poi rimettetelo al suo posto e aspettate che si spenga la luce che indica i 37° di temperatura. A questo punto fate andare il Bimby a velocità antioraria livello 1 (ma senza temperatura) per circa 90 secondi: il vostro cioccolato è pronto per l’uso.

Sembra facile ma se lo tenete di più per distrazione o meno per fretta, il cioccolato non sarà più a temperatura ottimale e verrà con inestetiche chiazzature. Se vi siete distratti e non sapete da quanto si sia spenta la spia dei 37° non rischiate: riportatelo a 50°, aspettate due-tre minuti e lasciate di nuovo raffreddare.

Versatelo nello stampo ricoprendolo più o meno per 1/3 della sua capacità. Giratelo dolcemente affinché il cioccolato ricopra le pareti laterali anche se non sarà semplice, a causa della sua pastosità. Dopo circa 5 minuti, durante i quali avrete mosso lo stampo in tutte le direzioni, fate andare il cioccolato nelle parti che vi sembrano meno coperte con l’aiuto di un pennellino (che dovrete però usare solo quando lo strato più esterno sarà disteso bene). Versate il cioccolato in eccesso nel Bimby e rovesciate delicatamente lo stampo su un foglio di carta da forno. Lasciatelo riposare per circa un’oretta a temperatura ambiente.

Riscaldate a circa 37° il cioccolato rimasto per un paio di minuti e col pennellino intinto nel cioccolato prendete lo stampo, capovolgetelo e passate un po’ di cioccolato sui bordi, per rinforzarli. Fate attenzione che il cioccolato non sia troppo caldo da sciogliere quello già seccato e da scivolare verso il basso. Alzate lo stampo per guardarlo in controluce: ci sono punti chiari? Passateci col pennellino, saranno sennò facili punti di rottura. Rovesciate di nuovo l’uovo sulla carta forno e aspettate che il cioccolato si cominci a staccare dalla maggior parte dello stampo. A quel punto giratelo, raschiate con un coltellino tutti i bordi nei punti in cui fuoriescono dallo stampo con dei colpetti secchi fatelo uscire.

Maneggiatelo con guanti di lana o di cotone affinché non restino le impronte delle dita sul cioccolato. Non pulite il Bimby finchè non avrete sformato l’uovo e sarete soddisfatte del risultato: a questo punto prendete la sopresa e inseritela nell’uovo. Riscaldate una padella capiente e appoggiateci sopra mezzo uovo per 2-3 secondi, prendetelo e appoggiatelo delicatamente sull’altra metà e premete leggermente per circa un minuto. Il vostro uovo è pronto!

Io sono il lunedì

quartiere St Pauli Amburgo

Amburgo, vernice anti-pipì contro i maleducati: rimanda indietro gli schizzi di urina