in

Uova di Pasqua decorate: ecco come realizzarle insieme ai bambini

Si avvicina la Pasqua, tempo di cioccolato e dolci tipici. Ma anche di uova decorate: UrbanPost vi propone cinque tecniche per sbizzarrirvi nelle decorazioni e far correre la fantasia insieme ai vostri bambini (qui alcune ricette golose da realizzare con loro). Per prima cose procuratevi le uova, più sono e meglio è: poi, giocando di fantasia, dotatevi dei materiali e degli utensili più disparati. Colla, forbici, carta colorata, bastoncini di legno, matite, pennarelli, pennelli e tempere ad acqua, ingredienti naturali coloranti come zafferano o caffè, nastrini colorati, spago, carta crespa, cartoncini colorati. Insomma, non c’è limite alla fantasia quando si tratta di uova decorate: prima delle idee per le decorazioni vere e proprie ecco alcuni suggerimenti pratici.

Prima di tutto, vanno svuotate le uova. A meno che, in alternativa, non desideriate lessarle, decorarle, e servirle in tavola per il pranzo di Pasqua. Procuratevi delle uova fresche (il cui ripieno si trasformerà in frittata o in altri piatti a base di uovo) e sciacquatele con delicatezza. Incidete due buchi su entrambe le estremità dell’uovo, facendo molta attenzione, aiutandovi con uno stuzzicadenti, con la punta di un coltellino o con un ago da siringa: un buco piccolo, e uno buco più grande. Appoggiate le labbra in corrispondenza del buco piccolo e soffiate con energia, facendo comunque attenzione a non rompere il guscio: l’interno dell’uovo uscirà dal buco più grande. A questo punto sciacquate con acqua tiepida l’interno dell’uovo, agitandolo per bene, e fate asciugare molto bene per una notte.

Come decorare le uova, un trucchetto per non sporcarsi le dita: munitevi di stuzzicadenti lunghi per spiedini e infilzateli su mezza patata (o su un pezzetto di polistirolo o di spugna verde da fiorai). Infilate lo stuzzicadenti nel buco grande delle uova: in questo modo l’uovo resta come sospeso e, durante tutto il processo della decorazione, non dovrete toccarlo troppo con le dita, salvaguardando le mani ma anche la riuscita dell’opera d’arte!

———————————————————————

1) Uova colorate con ingredienti naturali (da lessare senza svuotarle): questa è un idea assolutamente priva di tossicità, ideale se si vogliono mangiare le uova dopo averle colorate. Mettete a lessare più uova in pentolini diversi, immergendole in acqua fredda fino a coprirle e aggiungendo all’acqua due cucchiai di aceto e il colorante naturale, uno diverso per pentolino. Potete usare dello zafferano o del curry per farle gialle, il caffè per farle marroni, la cipolla rossa per farle rosate, gli spinaci e la bietola per farle verdi, i frutti di bosco e il melograno per farle rosse, rosa e violacee. Una volte cotte, per lucidarle potete ungerle con un pochino di olio extravergine di oliva. Un’idea può anche essere quella di colorarle con questo procedimento per poi, una volta raffreddate, decorarle ulteriormente: in questo modo avrete uno sfondo colorato su cui disegnare facendo correre la fantasia.

———————————————————————

2) Uova glitter: sciogliete un po’ di tempera acrilica con dell’acqua, in modo da rendere il colore abbastanza liquido, e colorate il guscio d’uovo. Non appena lo sfondo sarà asciutto e uniforme, potete decorarlo con dei brillantini. Potete ricoprirlo completamente oppure creare dei piccoli disegni glitterati con l’aiuto di piccole mascherine o di stencil. Riempite di colla vinilica la superficie che volete glitterare e versate sulla colla i brillantini colorati, soffiando via l’eccedenza. Se avrete utilizzato degli stencil, a colla asciutta, i brillantini lasceranno vedere il disegno. Un’alternativa per rendere i brillantini più resistenti può essere quella di mescolarli direttamente alla colla vinilica che, durante l’essiccatura, diventerà trasparente e ne lascerà intravedere il luccichio.

———————————————————————

3) Uova decorate con decoupage: attrezzatevi con vecchi francobolli, pezzettini di carta da decoupage, ritagli di riviste o di tovaglioli colorati, ritagli di giornale, coriandoli. Ritagliate la carta in pezzetti di adeguata misura, e incollatela all’uovo delicatamente, con una mistura di colla vinilica e acqua. Lasciate asciugare molto bene, e, se volete dare una finitura lucida, passate una mano di vernice lucidante per decoupage.

———————————————————————

4) Uova decorate con fili d’erba: se siete in cerca di decorazioni più classiche, magari proprio per addobbare la tavola del pranzo pasquale, potete incollare dei veri fili d’erba, oppure ritagliarli su carta di riso o cartoncino verde, alla base delle uova, aiutandovi con la colla vinilica. Potrete poi posizionarle su dei portauovo colorati. Le decorazioni daranno un bell’effetto primaverile che potrete arricchire con fiori finti o rolselline costruite con la carta crespa e il fil di ferro.

———————————————————————

5) Uova colorate ad immersione: versate in un recipiente 1 tazza di acqua calda, 1 cucchiaino di aceto e 5 gocce di colorante alimentare, mescolandoli bene. Immergete le uova in questa mistura e lasciatele in immersione da 1 a 5 minuti, a seconda della gradazione e dell’intensità di colore desiderata. Infine lasciatele ad asciugare infilzate sugli stuzzicadenti, oppure su una base di polistirolo su cui sono stati infilati, a distanza di pochi centimetri uno dall’altro, dei piccoli chiodini o spilli, che terranno l’uovo in sospensione.

Galaxy dual SIM

Samsung Galaxy S6 Duos dual sim: quando esce in Italia, prezzo, caratteristiche del nuovo smartphone Android

Amante Alex Belli a Domenica Live

Alex Belli presunta amante: a Domenica live parla la moglie Katarina