in

Urban Experience a Como con lo Ied: reportage sulla visione smart della città

L’Accademia Galli di Como ci ha invitato a prendere parte all’Urban Experience organizzata in collaborazione con uno dei maggiori professionisti nazionali:Carlo Infante, changemaker, docente freelance di Performing Media, progettista culturale e ipermediale, opinionista e presidente-managing director di Urban Experience.

Il workshop, organizzato e voluto proprio dal rettore dello Ied Salvatore Amura, figura di grande rilievo in ambito culturale sul territorio comasco di cui UrbanPost si è già occupato, si basa sul principio del ChangeMaking, una professionalità rivolta alla gestione creativa del cambiamento, nell’ambito di strategie come quelle inerenti le smart cities, smart communities, rigenerazione urbana, marketing territoriale, urbanistica partecipativa, societing.
Insieme ali alunni del corso triennale di Fashion & Textile Design dell’Accademia Galli, al Rettore, al Sindaco di Como, alla Dott.ssa  Toscano, ad altri giornalisti nonché ad un operatore Rai affascinato da questa tipologia di approccio conoscitivo e intenzionato a ricavarne un documentario, ho attraversato e osservato la città di Como, ponendo particolare attenzione a tutti i luoghi “Smart”, liberi di disegnare nuovi percorsi ma, soprattutto, spronati a osservare con occhi e intenzioni nuove i luoghi conosciuti. Ci siamo aggirati come uno sciame, e non come un gregge, legato mediante cuffie alle parole di Infante che ci pungolava su etimologie di fauna tipica, curiosità urbane e legate al territorio che lui per primo si poneva stimolando nell’ascoltatore la facoltà di diventare attore primario in uno scambio continuo e collettivo.

Affascinata da questo esperimento di grande respiro internazionale la Dott.ssa Patrizia Toscano, 33 anni, architetto e dottore di ricerca in Architettura e Urbanistica ha presenziato all’Urban Experience. La sua presenza e il suo interessamento hanno convalidato l’alto valore culturale e innovativo di questa modalità di interazione con i luoghi della città. UrbanPost ospita l’intervento della Dott.ssa Toscano che spiega con competenza il valore di questa esperienza:  “I miei interessi in questi ultimi anni si sono concentrati sui nuovi usi spontanei dello spazio pubblico contemporaneo, nonché su modalità altre, non necessariamente accademiche, di conoscenza ed esplorazione della realtà urbana. Da tempo seguivo con interesse attraverso il web ed i canali social le varie sperimentazioni di Urban Experience così, quando ho saputo che sarebbero stati ospiti a Como dell’Accademia di Belle Arti “Aldo Galli”, non ho voluto perdere l’opportunità di partecipare, mettendo in pratica ciò che avevo a lungo studiato sui libri. 

Dalle deambulazioni surrealiste alle derive situazioniste in poi, il camminare è divenuto in effetti uno strumento scientifico considerato valido per lavorare sul campo urbano, secondo una logica che ammette una visione diacronica dello spazio in cui il tempo viene misurato entro l’intervallo di partenza e di fine del cammino. Il passo in avanti compiuto da Carlo Infante di Urban Experience consiste nella scelta strategica di sfruttare i social media per rendere l’esperienza ormai consolidata del cammino, innovativa e nuovamente capace di attrarre e coinvolgere fasce intergenerazionali di pubblico, a partire dai giovani studenti dell’Accademia in questa occasione.

Il lavoro sul campo, infatti, non si è limitato a percorrere 5,94 chilometri in 9056 passi fatti nell’arco di 74 minuti attivi su quasi 3 ore e mezza di cammino che equivalgono a 1481 calorie consumate, ma ci ha impegnati nel postare foto e informazioni pervenute dalla strada e dagli incontri fatti in maniera più o meno fortuita, rivelando come i nuovi strumenti insieme a quelli più consolidati possano aprire a nuovi e stimolanti livelli semantici e comunicativi della città.

Si ringraziano: Salvatore Amura, Carlo Infante e Patrizia Toscano

Ecco come profumare armadi e cassetti in modo naturale

Profumare armadi e cassetti in modo naturale: idee fai da te

Stash the Kolors non si sente bello

Amici 14, Stash dei The Kolors: “Non mi sono mai sentito bello”