in ,

UrbanPost intervista Massimo Reale, alias Carlo Papini de “Il commissario Rex 7”

UrbanPost intervista l’attore Massimo Reale, che in questo periodo vediamo nei panni di Carlo Papini nella settima serie de “Il commissario Rex”. Dal prossimo 13 maggio invece sarà a teatro con lo spettacolo “Gli amici degli amici”.

In questo periodo ti vediamo nella serie tv “Il commissario Rex 7” nei panni di Carlo Papini, ex poliziotto costretto su una sedia a rotelle. Come ti sei preparato per interpretare questo ruolo? Sembra banale ma il primo passo è stato sedermi sulla sedia a rotelle e cominciare a vedere il mondo da lì. Capisci subito come tutto diventi molto complesso e che sia necessaria una grande volontà per affrontare il quotidiano che si presenta come una sfida estremamente complessa. Poi ho lavorato con i Manetti che volevano un personaggio buono ma non buonista, un personaggio che portasse dentro di sè la rabbia per il vissuto.

Il personaggio di Carlo Papini ti ha insegnato qualcosa? Credo che più degli altri mi abbia fatto sentire in dovere di dare tutto quello che potevo in termini di interpretazione, dovere verso chi vive davvero su una sedia a rotelle. massimo reale

Più di venti anni fa hai fatto parte del cast di un’altra serie tv, ossia “Classe di ferro”, che vinse il Telegatto come migliore serie tv italiana. Che ricordo hai di quell’esperienza? Classe di ferro”  e’ stata la mia giovinezza: bella e complessa. Ora mi godo la maturità!

Dal prossimo 13 maggio sarai in teatro con lo spettacolo “Gli amici degli amici”. Di cosa parla quest’opera? E’ un testo di Franca De Angelis tratto da un testo di Henry James, la regia e’ di Christian Angeli e in scena saremo in tre: Alessandra Fallucchi, Chiara Condrò ed io. E’ uno spettacolo al quale sono molto affezionato perché realizzato con grande passione. La vicenda è una specie di giallo ambientato agli albori della psicoanalisi, una commedia dove il piano soprannaturale si intreccia con una vicenda amorosa. Spero davvero che bissi il successo dello scorso anno. Saremo al Teatro 2 di Roma fino ai primi di giugno.

scarpe sul prato

Dimenticato le scarpe? No, barefooting come stile di vita!

Aprile è stato il mese più inquinato della storia