in

UrbanPost intervista Vincenzo Alfieri, protagonista di Closer, il cortometraggio fantascientifico sul web dal 6 settembre

UrbanPost intervista Vincenzo Alfieri, attore cinematografico (“Niente può fermarci”, “Manuale d’amore 3”, “Ex”) e protagonista di diverse fiction televisive ( “Il generale dei briganti”, “La vita che corre”). Nell’intervista Vincenzo Alfieri ci parla dei suoi ultimi lavori: “Closer”, il cortometraggio messo on line lo scorso 6 settembre, e “Forse sono io”, web serie di cui non è solo è attore, ma anche sceneggiatore e regista. closer vincenzo alfieri

Sei protagonista del cortometraggio “Closer”, on line dal 6 settembre. Come è nata questa collaborazione? Io e Angelo Licata (qui la nostra intervista) ci siamo conosciuti sul set del film Ex. Lui si occupava del backstage, io interpretavo il figlio di Silvio Orlando. Da subito siamo entrati in confidenza legati dal comune amore verso il cinema e soprattutto verso la fantascienza . Mi parlò di Dark Resurrection, lo guardai e pensai: “come è possibile che un uomo del genere non è famoso?!” . Un giorno scherzando mi disse: “tu saresti perfetto per interpretare un super eroe, un giorno ti chiamerò”…E così è stato.

Sempre per Internet hai scritto, diretto ed interpretato la web serie “Forse sono io“. Verrà realizzata anche la seconda serie? Stiamo cercando di mettere insieme i soldi e la troupe. Sarà un lavoro arduo, ma la gente rimarrà spiazzata. Vogliamo proporre qualcosa di nuovo e una freschezza diversa.

Sei attore, sceneggiatore e regista: quale ruolo prediligi? Mi piacciono tutti, non ne ho uno preferito. Spero solo di riuscire a farli sempre al meglio

Hai lavorato per contenuti per il web, film per il cinema, fiction televisive ed anche pubblicità. Cos’altro ti piacerebbe fare? Continuare a lavorare (sorride).

Photo credit: Francesco Marino

Seguici sul nostro canale Telegram

canale 5

Stasera in diretta Tv: Italia’s got talent e I Borgia

Roma-Lazio: ultime news e probabili formazioni