in

Usa, 19enne uccisa da un’ameba “mangia cervello” dopo aver nuotato in un torrente

Il tuffo in un torrente è stato letale per una 19enne americana: la ragazza, dopo una semplice nuotata, è stata colpita da meningoencefalite amebica primaria, una delle infezioni derivanti da parassiti tra le più letali al mondo che l’ha condotta alla morte in appena dieci giorni.

Kerry Stoutenburgh, 19enne di New York, era in vacanza nel Maryland insieme alla sua famiglia quando ha deciso di fare un tuffo in un torrente, tuffo che è risultato letale per la sua vita: in acqua, infatti, ha contratto una delle patologie a carattere parassitario tra le più letali al mondo dovuta alla cosiddetta ameba “mangia cervello”, infezione con un tasso di mortalità pari al 90%. Appena dopo la nuotata nel torrente, la giovane ha subito avvertito forti dolori alla testa e vomito, sintomi che l’hanno perseguitata per almeno una settimana: dopo vari test, incluso quello della meningite, la dottoressa Carol Smith del Wadsworth Center del Dipartimento della Sanità ha confermato si trattasse di Naegleria fowleri, infezione provocata dal parassita “mangia cervello” che in breve tempo provoca lesioni così gravi al cervello tanto da causare la morte.

“Nel nostro Paese è stato diagnosticato un solo caso di meningoencefalite amebica primaria, oltre tutto post mortem, mentre ci sono stati altri casi non confermati. Questo perché da noi non sussistono le condizioni ambientali di contaminazione e non ci sono portatori, sebbene valga sempre la raccomandazione di evitare le acque stagnanti, dove c’è più probabilità che possano annidarsi questi batteri” ha spiegato a tal proposito Fabrizio Pregliasco, virologo dell’Università degli Studi di Milano e direttore sanitario dell’IRCCS: negli Stati Uniti, invece, dal 1962 al 2015 si contano ben 138 casi.

Foto: GoFoundMe

Date e programma della kermesse Gusti di Frontiera Gorizia

Gusti di Frontiera 2016 Gorizia: date, programma e ospiti che portano “l’Europa in tavola”

bavarese yogurt

Ricette dolci La prova del cuoco: bavarese yogurt e lime di Ambra Romani