in ,

Usa: al Senato raggiunto accordo sul debito

I leader democratico e repubblicano al Senato Harry Reid e Mitch McConnell hanno trovato l’intesa finale sulla misura che permette di sbloccare lo shutdown ed alzare il tetto del debito.

senato

La notizia è stata diffusa dalla CNN e pochi minuti dopo la borsa di Wall Street ha registrato un guadagno di 200 punti quando in Europa stanno terminando gli scambi. Il Dow Jones cresce dell’1,3%, insieme allo S&P 500, mentre il Nasdaq sale dell’1%. Intanto Piazza Affari chiude con un rialzo dell’1,45% e la differenza tra Btp e Bund tedeschi crolla a 200, un risultato che non si verificava dal 2011.

Ora sarà la Camera a votare per prima il testo sull’accordo, che metterà fine allo shutdown – la chiusura delle attività federali non essenziali – in vigore da più di due settimane, prolungando il bilancio fiscale fino al 15 gennaio 2014. L’intesa inoltre prevede lo sforamento del tetto del debito, quei 16,700 miliardi che sarebbero stati raggiunti dalla mezzanotte di domani negli Usa, ovvero le sei del mattino in Italia, fino al 7 febbraio.
Nel momento in cui sono ricominciate le trattative, sia il leader democratico Reid che quello repubblicano McConnell si sono subito dichiarati “ottimisti” rispetto alla possibilità di trovare un accordo.

Seguici sul nostro canale Telegram

Psoriasi

Salute, la psoriasi mette in pericolo fegato e reni

Anticipazioni Pechino Express 2: stasera la settima puntata