in ,

Usa, Alabama: organizza un party a base di maijuana e uccide i genitori che lo volevano denunciare

Il padre ci ha detto che avrebbe firmato un mandato contro il figlio. Stavano cercando di impartirgli un po’ di disciplina, già in passato avevano avuto problemi con lui“, così ha riferito lo sceriffo Bill Franklin. Siamo negli Usa, in Alabama, nella piccola cittadina di Eclectic. Il 17enne Jesse Madison Holton è stato fermato dalla polizia con l’accusa di aver ucciso i genitori. Il ragazzo aveva organizzato durante l’assenza dei genitori un party, devastando l’abitazione. Al ritorno del padre e della madre la tragica svolta.

Stando alle ricostruzioni della polizia, Domenica Mike Holton, ex sindaco della città, e la moglie April, entrambi 37enni, erano tornati a casa dopo una vacanza, trovandola distrutta dopo un party a base di marijuana organizzato dal figlio. Mike ha così deciso di estrarre le manette, “arrestare” il figlio e chiamare le forze dell’ordine per raccontare l’accaduto. Probabilmente nell’intenzione dell’uomo c’era la volontà di far prendere uno spavento al figlio, non nuovo a questi episodi, riportandolo alla “retta via”.

Ma la situazione è scivolata di mano ed il 17enne dopo essersi liberato ha preso la pistola del padre e fatto fuoco contro i genitori. Durante l’interrogatorio della polizia, il ragazzo ha raccontato che i suoi genitori avevano avuto una rissa. Stando alla versione di Jessie, il padre 37enne aveva commesso un omicidio-suicidio. Ma le prove raccolte dalle forze dell’ordine hanno inchiodato il ragazzo. Adesso il giovane si trova in prigione con una cauzione fissata a 150000 dollari in attesa del processo per duplice omicidio.

Replica Il Segreto oggi 14 Settembre 2016: ecco dove vedere la puntata

come diventare nutrizionista

Come diventare nutrizionista: lauree, albo e informazioni utili