in ,

Usa: bambino di 3 anni uccide la sorellina con un colpo di pistola

L’America piange ancora una vittima innocente di arma da fuoco. Questa volta è una bambina. Siamo a Birmingham, Alabama, città non nuova al problema armi. Il nonno che lascia la pistola sul comodino, un bambino di tre anni la raccoglie e la punta alla testa della sorellina di 9 anni. Il colpo parte e per la bambina non c’è niente da fare. Un gioco, uno scherzo, comunque inconsapevole, eppure ecco l’ennesima tragedia di morte per le armi negli Usa.

Solo un mese fa Obama in lacrime aveva gridato la sua preghiera “Per le armi da fuoco dobbiamo contare 30 mila morti all’anno. Dobbiamo fare qualcosa. Dobbiamo proteggere gli americani, i nostri figli“. La bambina di 9 anni è stata trasportata d’emergenza in ospedale, ma è deceduta pochi minuti dopo l’arrivo. Il capo della Polizia di Birmingham ha escluso la volontarietà. Banale? No, perchè sempre nella città dell’Alabama solo tre mesi fa un bambino di 8 anni è stato arrestato con l’accusa di omicidio per aver picchiato a morte una neonata di 17 mesi a cui faceva da babysitter mentre la madre si trovava in un nightclub.

E’ anche questa l’America: del grilletto facile, della pistola sotto il cuscino e delle stragi nelle scuole. E nonostante i continui casi gli americani continuano a comprare pistole e fucili. Su 320 milioni di cittadini, quasi 300 milioni di armi.

Photo Credit shutterstock.com

 

Napoli Chievo ora diretta tv streaming gratis

Napoli – Carpi 1-0 diretta Serie A 24° giornata: risultato finale

san valentino 2016 ricette, san valentino 2016 cena, san valentino 2016 ricette vegane, san valentino 2016 cena vegana, ricette vegane facili,

San Valentino 2016: ricette vegane per una cena romantica