in ,

Usa, presidenziali 2016: la Clinton attacca Trump “metà di quelli che lo votano sono miserabili”

Hillary Clinton passa al contrattacco. La campagna delle presidenziali Usa 2016 è stata caratterizzata da toni molti accessi. Donald Trump ha fatto della sua comunicazione uno dei cavalli di battaglia per vincere la leadership repubblicana ed ha utilizzato spesso e volentieri un gergo molto forte nei confronti della candidata Democratica. Ma questa volta è Hillary Clinton a rendersi protagonista di affermazioni estreme verso il suo sfidante. “La metà dei sostenitori di Donald Trump sono un cesto di miserabili, razzisti, sessisti, xenofobi e islamofobi. Sono persone che non si bevono tutto quello che dice, ma che gli affidano la speranza di una vita diversa“, così la Clinton durante un evento Lgbt a New York.

Immediata la risposta del comitato elettorale repubblicano, “ha insultato milioni di americani. Si tratta di individui delusi con disperato bisogno di cambiamento“, così il capo della campagna Kellyanne Conway. Benzina sul fuoco in una campagna elettorale che non sarà certo ricordata per le stoccate eleganti tra avversari. L’impressione del “nessun rispetto” sembra quindi aver avuto la meglio e per vedere la fine dovremo aspettare la chiusura delle urne.

Nuove critiche al Tycoon arrivano anche da una cantante molto popolare negli Usa, Barbra Streisand. “E’ così ricco, ma forse è povero, finché non rivela la sua dichiarazione dei redditi, come faremo a saperlo?“, così ha cantato la Streisand, criticando il rifiuto del magnate di pubblicare i suoi redditi.

Spira Mirabilis recensione film Venezia 73, tante belle intenzioni che annoiano lo spettatore

TREBES ATTACCO TERRORISTICO

Francia, allarme terrorismo: a Marsiglia trovata auto con bombole del gas