in

Usa, sconfigge un cancro al quarto stadio: la storia a lieto fine della piccola Molly Hughes

«Le fiabe non raccontano ai bambini che i draghi esistono. I bambini lo sanno già. Le fiabe raccontano ai bambini che i draghi possono essere sconfitti.», così scriveva il giornalista britannico Gilbert Keith Chesterton e la storia a lieto fine della piccola Molly Hughes, che vogliamo raccontarvi oggi, ci insegna proprio questo. Questa bimba ha vinto la sua sfida: dopo 15 mesi di terapia, festeggia oggi la remissione del neuroblastoma, un tumore che ha origine appunto dai neuroblasti, le cellule presenti nel sistema nervoso simpatico, ossia quella parte che controlla alcune funzioni involontarie come la respirazione, la digestione o il battito cardiaco.

Molly Hughes, dopo una terapia di 15 mesi e 5 cicli di chemioterapia, festeggia la remissione del neuroblastoma

A Molly Hughes era stato diagnosticato un cancro a soli cinque mesi d’età. La sua voglia di vivere unita alla tenacia dei familiari e alla bravura dei medici sono riuscite a tenerla in vita, a salvarla. Ed è una vicenda da brividi quella di Molly, che dopo aver scoperto questo brutto male, si è sottoposta a una terapia estenuante lunga 15 mesi e a cinque cicli di chemioterapia. Quando le hanno comunicato che la piccola stava bene la madre Chelsea non è riuscita a trattenere le lacrime: «L’ho abbracciata forte forte per almeno cinque minuti». La commozione di questa donna è la nostra, la stessa che provo io mentre scrivo, la medesima che sentite voi nel momento in cui leggete. C’erano poche possibilità, ma come ci insegna la letteratura la speranza è l’ultima in fondo al vaso, l’ultima a morire. La stessa madre di Molly ha voluto ringraziare i medici, ma anche i familiari, gli amici e tutte le persone che hanno pregato perché sua figlia guarisse.

Molly Strong: la piccola oggi sta meglio, il cancro è stato sconfitto

La famiglia della bimba, che vive nello Stato americano del Kentucky, l’ha soprannominata“Molly Strong”, vale a dire “Molly la forte”) proprio per la straordinaria tenacia e la dolce incoscienza con la quale ha affrontato sin dal primo giorno la malattia. Ha lottato, meglio di una leonessa e ora può dire di aver chiuso e vinto la battaglia più importante, quella per la vita. «I am in remission!» («Sono in remissione!»), si legge sul cartello che la piccola stringe in mano in un video in cui ringrazia tutti per l’affetto e il supporto dimostrati in questi difficili mesi. Un filmato diventato virale e che ha emozionato il mondo intero. Nonostante abbia perso parzialmente l’udito, Molly potrà tornare a vivere una vita normale. Naturalmente la bimba lunedì andrà in ospedale ma per iniziare la cura con un farmaco sperimentale che l’accompagnerà per due anni, così da evitare ricadute e prevenire rischi. «Non sta un attimo ferma, dal momento in cui si alza finché non torna a letto. È semplicemente scatenata, piena di energia come lo sono tutti i bambini!», ha raccontato la madre felice. Veder giocare la bambina, sentire il rumore dei suoi piccoli passi davanti casa, ascoltare la sua fragorosa risata è per lei gioia più grande. Prima di questa giornata spensierata la quotidianità della bimba era fatta di chemioterapia, chirurgia, radiazioni e terapie. Ora non è che un ricordo, potrà andare al mare, correre al parco, salire su uno scivolo o divertirsi su un’altalena … Insomma Molly oggi sta meglio, quel drago del «cancro» è stato battuto. Almeno oggi abbiamo ragione di credere che le favole esistono. E i miracoli pure. 

leggi anche l’articolo —> Devastati per la morte del figlio, 4 giorni dopo ricevono dall’ospedale una telefonata che ha cambiato loro la vita




Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost e LuxGallery. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva ormai da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 le viene conferito il riconoscimento di "Laureato Eccellente Sapienza" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly" e "SuccedeOggi" e riviste letterarie come "Carte Allineate", "Fillide" ed "Euterpe". Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Alessandra Amoroso Instagram: la dedica al fidanzato commuove i fan

Kurt Cobain a 25 anni dalla morte: perché è impossibile dimenticarlo