in

Usa spari in sinagoga a Pittsburgh: morti e feriti

Usa spari in sinagoga a Pittsburgh: i media locali parlano di “otto morti accertati” tra cui degli agenti. L’assalitore sarebbe già stato fermato dalle forze di polizia: “E’ stato arrestato l’uomo che ha aperto il fuoco all’interno della sinagoga “The Tree Life” di Pittsburgh, causando almeno otto morti e diversi feriti secondo il primo bilancio dei media locali”. La polizia, che aveva invitato i cittadini a evitare lʼarea, ha bloccato l’uomo che ha aperto il fuoco ma le sue generalità on son state rese ancora note.
Leggi qui —> Roberta Ragusa news, Antonio Logli a Quarto Grado giura sui figli: “Non ho ucciso mia moglie, sono innocente”
Usa, spari in una sinagoga a Pittsburgh: otto morti, fermato il sospettato

Il fatto è accaduto intorno alle 10 del mattino ora locale e la dinamica non è stata ancora ricostruita. Secondo le prime indiscrezioni, quando la polizia è intervenuta nella sinagoga c’erano ancora diverse persone dentro l’edificio religioso, che sono state fatte uscire con l’aiuto degli agenti. La polizia ha sigillato la zona intorno alla sinagoga e sta cercando di far allontanare i fedeli. Secondo quanto reso noto dall’inviata dell’emittente radio Kdka, al momento dell’arresto il responsabile dell’attentato avrebbe urlato insulti ai militari.

“Tutti questi ebrei devono morire”, questa una delle frasi pronunciate dal killer secondo quanto riferito dai testimoni. Si tratterebbe di un uomo bianco di corporatura robusta, di 46 anni. Nel conflitto a fuoco sarebbe rimasto ferito. Il presidente Donald Trump sta seguendo gli eventi e su Twitter scrive: “Se siete nell’area di Squirrel Hill restate al riparo”. Almeno otto le vittime accertate. Sarebbero state colpite anche altre persone ma il numero dei feriti non è trapelato.

Roberta Ragusa news, Antonio Logli a Quarto Grado giura sui figli: “Non ho ucciso mia moglie, sono innocente”

Leicester, elicottero si schianta fuori dallo stadio: morto il presidente del club (ultimi aggiornamenti)