in

Vacanza a Malta: dove andare? Mare, spiagge, storia e sapori da non perdere [REPORTAGE]

Un’isola-gioiello, circondata dalle acque blu del Mediterraneo, dove si incontrano influenze orientaleggianti e atmosfere ancestrali. Se la classica vacanza “solo mare” non fa al caso vostro, potreste valutare come meta proprio Malta, terra felice e accogliente, bella tanto per i paesaggi mozzafiato a picco sul mare quanto per la ricchezza culturale che la contraddistingue. Capace di sorprendere perché legata alle tradizioni eppure sempre più votata al cosmopolitismo. Approfittate di uno dei tanti collegamenti low cost che permettono di raggiungerla facilmente dall’Italia: al resto del viaggio abbiamo pensato noi!

Reportage viaggio a Malta consigli La Valletta

La Valletta, skyline – Image Credits Wikimedia Commons

MARE E SPIAGGE
Quali mete scegliere per andare alla scoperta del migliore mare di Malta, con le sue infinite sfumature, che virano dal blu cobalto al celeste? Sulla costa sudorientale dell’isola trovate Blue Grotto, spettacolari grotte scavate dalla forza dell’acqua nella roccia granitica e nell’arenaria, dove concedersi un tuffo o una gita in barca (vedi immagine in apertura); spostandosi sulla costa orientale, vale la pena di visitare St. Peter’s Pool, meravigliosa piscina naturale – amata, tra gli altri, dall’ex primo ministro maltese Dom Mintoff – che permette di tuffarsi da diverse altezze. 

viaggio maturità mete economiche

L’isola di Comino – Image Credits Corinna Garuffi

Se amate gli sport acquatici non perdetevi per nulla al mondo l‘isoletta di Comino con l’incantevole Laguna Blu, una piccola baia rinomata sia per l’acqua incredibilmente trasparente che per la ricca fauna marina, da raggiungere con un’escursione in barca partendo da Sliema. Per un itinerario all’insegna della natura selvaggia, segnatevi in agenda una visita all’isola di Gozo: dalle spiagge di sabbia rossa di Ramla e San Blas ai litorali dorati di Marsalforn e ix-Xlendi, c’è l’imbarazzo della scelta!

Viaggiate in famiglia? E’ giusto avvertirvi che le spiagge sabbiose sono poche sull’isola e molto frequentate in alta stagione, quindi se vi muovete con bambini e passeggini al seguito valutate con attenzione la destinazione. Qualche idea alternativa alle scogliere rocciose? Mellieha a Nord dell’isola, dove trovare distese sabbiose, attrezzature, ombrelloni e lettini a prezzi ragionevoli: qui il mare non è incantevole, ma la comodità è impareggiabile. Senza allontanarvi troppo, potreste scegliere di fare tappa anche al Popeye Village, costruito come un set cinematografico per la produzione del film “Popeye-Braccio di Ferro” e diventato poi un parco-divertimenti con attrazioni, piscine e giochi.

Vacanze a Malta idea Popeye Village
Il Popeye Village – Image Credits Michael Bauer/Wikimedia Commons

STORIA: QUALCHE SPUNTO
L’isola vanta una storia millenaria che ha visto il susseguirsi di numerose civiltà: dai fenici ai romani, passando dagli arabi agli spagnoli, fino ad arrivare agli inglesi. L’isola è riuscita ad ottenere l’indipendenza dal Regno Unito nel 1964, motivo per cui l’inglese resta una delle lingue ufficiali (affiancato alla lingua semitica del maltese).
Da dove cominciare per un itinerario storico? Se siete appassionati di preistoria, raggiungete i templi megalitici dichiarati patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, tra cui vi segnaliamo in particolare quello di Hagar Quim situato nei pressi del villaggio di Qrendi: da scegliere anche perché immerso in uno scenario naturalistico di impareggiabile bellezza.
La Valletta, capitale del paese, merita di essere visitata per più di una ragione: le vie della città sono avvolte da un’aura seducente, che richiama nei colori e nell’architettura il Medio Oriente.

La Valletta chiesa San Giovanni
L’interno della concattedrale di San Giovanni a La Valletta – Image Credits Florival fr/Wikimedia Commons

La storia della città è strettamente legata a quella dell’Ordine dei Cavalieri Ospitalieri (poi conosciuti come Cavalieri di Malta) che la fondarono nel 1566; ecco perchè il primo luogo da visitare potrebbe essere il Grandmaster’s Palace, antico palazzo del Capo dei Cavalieri dell’Ordine oggi sede del Parlamento. La Concattedrale di San Giovanni (St. John’s Co Catedral) è un gioiello da non perdere: non lasciatevi ingannare dalla sobrietà dell’esterno e varcate la soglia per scoprire il luccichio d’oro degli interni. Nell’oratorio si possono ammirare due opere pittoriche di Caravaggio, tra cui la preziosa pala d’altare intitolata la “Decollazione di Giovanni Battista”.
Nel vostro itinerario, infine, non può mancare Mdina, città costruita su uno sperone roccioso che rappresenta una sorta di museo a cielo aperto, dove trovano spazio monasteri, chiese e palazzi della nobiltà maltese: una città fuori dal tempo, da assaporare lentamente, anche perché le auto sono quasi assenti.

Mdina viaggio Malta
Le vie silenziose di Mdina – Image Credits Corinna Garuffi

LA CUCINA MALTESE
Voglia di unire alle suggestioni arabe le influenze siciliane e la creatività tutta italiana? Se volete gustare materie di prima qualità senza spendere una follia, avete scelto la vacanza che fa al caso vostro. Tra i piatti tipici, oltre allo street food offerto dalle “pastizzerie”, merita senz’altro di essere provato l’antipasto tipico a base di olive, pomodori secchi, crostini, fagioli e formaggio di capra, da abbinare a qualche specialità a base di carne, come il coniglio alla maltese o gli involtini di carne cotti nel vino rosso (bragioli). Se amate il pesce, non rimarrete delusi: ampia è la scelta tra zuppe, fritture o tranci di pesce spada. Vari ristoranti, inoltre, propongono il fresco di giornata, mostrandolo ai clienti prima di cucinarlo. Cosa scegliere per uno spuntino veloce? Un panino maltese, ripieno di tonno, cipolla e sottaceti conditi con sugo di pomodoro.

Vacanza a Malta mare e cibo reportage
Antipasto maltese – Image Credits Alexdevil/Wikimedia Commons (This file is licensed under the Creative Commons Attribution-Share Alike 3.0 Unported license)

10 ESPERIENZE DA NON PERDERE A MALTA

#1. Fare un’escursione a Comino. Acque trasparenti e paesaggi mozzafiato vi immergeranno in un contesto paesaggistico di rara bellezza. Unica accortezza: evitarla ad agosto, l’affollamento diventa insopportabile.

#2. Visitare la Mdina: sacra e silenziosa, era l’antica capitale del Paese. La città, di cui percorrere a ritmo slow gli stretti vicoli su cui si affacciano i caratteristici palazzi color sabbia, deve il suo nome ai Saraceni che arrivarono a Malta intorno all’anno 870, cingendola con alte mura difensive.

#3. Andare al mercato di Marsaxlokk la domenica mattina, immergendosi in un mondo di sapori e profumi di mare. Questo tradizionale villaggio di pescatori, collocato sulla costa sud-est del paese, vanta un grazioso lungomare, dove spiccano i colori sgargianti tipici delle imbarcazioni maltesi: notate il particolare dell’occhio dipinto sulla parte anteriore delle barche, simbolo di origine felicia pensato per scacciare il male e proteggere l’equipaggio.

Villaggio Marsaxlokk Malta idea vacanza
Il villaggio peschereccio di Marsaxlokk – Image Credits Corinna Garuffi

#4. Immergersi nello splendore della Concattedrale di San Giovanni, a La Valletta. All’esterno, piuttosto austero, si contrappone un interno stupefacente: materiali e colori differenti, tra cui predomina il dorato, caratterizzano la volta e le pareti. Uno spettacolo che vi lascerà letteralmente a bocca aperta. Da non perdere due opere firmate dal Caravaggio.

#5. Fare tappa a Gozo, isola selvaggia immersa in un’atmosfera ancestrale che vi permetterà di abbinare a un mare da favola momenti di puro relax e suggestive passeggiate nella Cittadella.

#6. Camminare a testa all’insù per ammirare i tipici balconi arabeggianti – denominati gallarijia – dietro i quali le donne potevano lavorare o volgere lo sguardo sulla strada senza farsi notare. E lasciarsi sorprendere dalle incantevoli chiese barocche disseminate sull’isola (il paese ne vanta in tutto circa 360!).

Vacanze a Malta dettaglio case
Case dai balconi colorati – Image Credits Corinna Garuffi

#7. Scoprire le tre città fortificate di Vittoriosa, Senglea e Cospicua, situate dal lato opposto del porto de La Valletta. La prima, più grande delle tre, è quella che merita senz’altro di essere visitata, percorrendone le suggestive stradine e ammirandone porte, finestre e terrazze colorate. L’ideale per immergersi nel cuore delle tradizioni maltesi.

# 8. Ordinare cibo in una tipica “pastizzeria”, dove il profumo vi inviterà a provare l’appetitoso (e sostanzioso) street food locale: si tratta perlopiù di fagottini di pasta sfoglia ripieni di ricotta, oppure prosciutto cotto e formaggio, o ancora di wurstel. Poca spesa e massima resa!

Vacanza a Malta dove andare spiagge e sapori
Pastizzi tipici della cucina maltese – Image Credits Charles Haynes/Flickr.com

# 9. Scegliere l’isola per un viaggio studio. A Malta non mancano le opportunità per imparare l’inglese all’interno di scuole internazionali qualificate, dove incontrare persone provenienti da tutta Europa e non solo: l’ideale per chi vuole respirare un clima internazionale!

# 10. Godersi la “movida”. L’isola vanta un incredibile numero di locali e di attrazioni per i giovani: dall’aperitivo al disco bar, ce n’è davvero per tutti i gusti. Se volete “tirar tardi”, non abbiate dubbi e scegliete il lungomare di Sliema o la zona di Paceville.

COME SPOSTARSI
Una volta giunti in aeroporto, potete approfittare della comoda navetta “Malta Transfer” che vi porterà direttamente in albergo (e di cui potrete usufruire anche per il viaggio di ritorno). Il prezzo è di 12 euro a persona per un biglietto a/r; in alternativa, verificate se il vostro albergo non sia vicino a una fermata degli autobus che passano dall’aeroporto. Sull’isola potrete noleggiare scooter o macchine (considerate che il senso di marcia è a sinistra come sulle strade inglesi), oppure usufruire dei mezzi di trasporto locali, che offrono buoni collegamenti nelle zone più turistiche.

Reportage viaggio a Malta e Gozo
Veduta su Rabat (Victoria) a Gozo – Image Credits Berthold Werner/Wikimedia Commons

Per un’escursione a Gozo, valutate due possibilità: o raggiungerla con il traghetto partendo da Cirkewwa nell’estremità Nord dell’isola (soluzione più economica) oppure approfittare di una mini-crociera dal lungomare Sliema (i prezzi sono comunque abbordabili, la durata dello spostamento è di circa 1 ora e mezza).

In apertura: foto della Finestra Azzurra (Azure Window) a Gozo – Image Credits Alessio Borsetta

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

Moto gp Brno diretta gara

Moto Gp Brno 2016 orari, diretta tv e streaming gratis di prove libere, qualifiche e gara

federico garcia lorca corpo

Federico García Lorca si riapre il caso della sua esecuzione: scoprire come è stato torturato e ucciso