in

Vacanza low cost in Estate 2013 a Londra, cosa fare?

Come organizzare in tempi di crisi economica una vacanza low cost a Londra? Una città che offre mille possibilità e anche quella di spendere poco.

Passeggiare a Londra

Partendo dai voli economici che come tutti sappiamo oggi per Londra sono a buon mercato, arrivati all’aeroporto quello che “non” dobbiamo fare è affidarci ai trasporti privati che in genere costano almeno tre volte quelli pubblici.

Nei maggiori aeroporti ci sono collegamenti con bus, metropolitana e treni pubblici , chiedere al personale una Oyster Card, che è la carta magica, come la chiave magica delle favole. Se pensate di stare una settimana allora chiedete il weekly card che con la modica cifra di circa 35 sterline vi dà la possibilità di usufruire di tutti i mezzi pubblici Londinesi , pensate che una sola corsa con i mezzi privati vi costerebbe circa 11 sterline!

Arrivati in centro dovrete cercarvi un posto dove alloggiare,  dipende dal vostro grado di adattamento, si può usufruire degli ostelli che in genere costano circa 15 sterline a notte in una camera doppia oppure meno se siete in gruppo oppure ci sono i famosi B&B che variano dalle 45 alle 80 sterline a persona. Consiglio personale se volete spendere poco è quello di sfruttare gli ostelli portandovi disinfettante spray e ciabattine, magari la vostra copertina, tanto l’ostello o l’albergo a Londra vi servirà solo come base per la notte.

Passando al cibo ovviamente stiamo parlando di low cost vero e proprio ci sono varie alternative , la prima sono i grandi supermercati come ASDA o Tesco che hanno panini pronti, un counter con piatti caldi da portare via, pizze a taglio e ovviamente torte, spuntini, frutta, bibite e digestivi per chi cede alle tentazioni, in media un sandwich costa circa 2 sterline, ma con 3 sterline potrete comprare una porzione di sushi oppure curry e riso caldi.

L’alternativa ai supermercati sono ovviamente le catene di fast food come il conosciutissimo Mcdonald’s che in Inghilterra è molto economico e i vari polli fritti o kebap piuttosto che il famosissimo fish and chips che troverete ad ogni angolo della città. Se invece siete amanti della pizza c’è la nota catena americana PizzaHut che con la modica cifra di 8 sterline vi consente di mangiare pizza ed insalata con il metodo “eat as much as you can” , mangiate tutto quello che potete.

Certo non andrete a Londra solo per mangiare e dormire, allora per visitare la città se avete seguito il suggerimento all’inizio e avete la Oyster card, potrete andare da un punto all’altro senza problemi e ovviamente visitare tutto ciò che la città offre gratuitamente, dai musei alle piazze, ai mercati ai parchi e posti caratteristici come Camden town.

Vi suggeriamo un sito molto interessante per chi volesse visitare Londra con un budget ridotto : www.londonforfree.net dove potrete trovare molte idee ed eventi a cui partecipare.

Written by Jessica Giarletta

37 anni, chef di professione cresciuta in alcuni noti ristoranti Londinesi,ha come passione la scrittura e l'informazione. Vive a Londra e ama la sua città di adozione tanto da farne un punto forte del suo lavoro di blogger.
E' tuttavia molto legata alle suo origini e allora se c'è da scrivere sulla pastiera napoletana o dove mangiare la migliore mozzarella lei è subito pronta.
Ama scrivere di moda, gossip e informazioni utili, spera di poter avere una sua rubrica sulla cucina alternativa.

Calciomercato: Ancelotti lascia il PSG e va alla Roma?

ATAC ROMA AUTOBS ESPLOSO

Roma, da giugno 2013 nuovi autobus Atac: ecologici e con più comfort