in

Vacanze in Riviera romagnola 2014: nella spiaggia di Cervia sculture di sabbia spettacolari

Avete programmato le vacanze estive in Riviera romagnola? Se siete alla ricerca di qualche idea originale, la spettacolare esposizione di sculture di sabbia è la soluzione che fa al caso vostro.

L’appuntamento più sorprendente dell’estate vi attende nella spiaggia libera di Cervia (RA), precisamente al Lungomare Grazia Deledda, dove potrete ammirare fino ad ottobre le migliori sculture al mondo realizzate con questo semplice materiale. Ieri 10 agosto 2014 sono stati premiati da una giuria tecnica i più talentuosi “sand sculpturers” del pianeta, che hanno dato prova della loro maestria in una full immersion di due giorni in occasione del Campionato mondiale di sculture di sabbia, una delle manifestazioni più attese del settore insieme a quelle che si svolgono in Oriente e negli Stati Uniti. Per dare un’idea della portata internazionale dell’evento, è sufficiente dire che l’anno scorso sono accorse a Cervia delegazioni indiane, belghe, marocchine, spagnole, russe, americane e olandesi.

spiaggia Riviera romagnola mostra di sculture di sabbia 2014

La kermesse, giunta alla 17esima edizione, ha visto come protagonisti una ventina di scultori che, in piccole squadre di due elementi l’una, hanno lavorato strenuamente per regalare a turisti e curiosi opere impensabili. I risultati? Torrioni, guglie, personaggi ora del mondo fantasy ora del cinema horror, come i Pirati dei Caraibi o l’IT di Stephen King, alti fino a quattro metri. Per ognuno di loro sono state utilizzate diciotto tonnellate di acqua e sei di sabbia. Insomma, altroché castelli!

Le sapienti mani degli artisti, che per regolamento possono aggiungere all’“impasto” un po’ di acqua ma nessun supporto rigido per dare vita alla sculture, hanno trasformato la sabbia in materia duttile e proteiforme. Al termine dell’opera, gli artisti hanno dovuto spruzzare sulle opere una soluzione di colla e acqua che le preserva dallo sgretolamento, conferendo alla sabbia il giusto grado di umidità e garantendone la compattezza.

In questo modo il pubblico avrà tempo fino al 15 ottobre 2014 per ammirare il sorprendente museo a cielo aperto.

(fonte: La Repubblica; immagine principale tratta da www.art-spire.com)

 

Selfie con cane, ovvero “pelfie”: campagna su Facebook contro l’abbandono degli animali

calais sgombero campo profughi scontri

Francia: migliaia di migranti si scontrano con la polizia, l’Europa assiste attonita