in

Vaccinazioni: boom di bufale pseudo allarmiste, ecco dove e come trovare informazioni sicure anche sul web

Ci stiamo occupando da tempo della questione vaccini, come testata giornalistica cerchiamo sempre di affidarci alle fonti più serie ed ortodosse a livello medico. Abbiamo, a proposito di questa delicata vicenda su cui si dibatte sempre più spesso senza conoscenze mediche basilari, intervistato uno dei massimi esperti del campo, il Professor Villani che, esasperato dalle reticenze di genitori che si informano sommariamente attraverso il web, ci ha confessato di essere favorevole all’ipotesi di segnalare in procura i genitori che rifiutano di far vaccinare i figli.

Un recente studio ha confermato quanto fosse alto il numero di genitori che prende informazioni dal web, spesso poco attendibili, e su quelle costruisca una propria teoria anti vaccino. Il problema è imparare ad orientarsi correttamente fra le informazioni disponibili sul web. Un grande classico sono i blog – che vanno distinti dalle testate giornalistiche – in cui sostanzialmente qualunque teoria cospirazionista, pseudo scientifica e pressapochista viene diffusa e spacciata come verità assodata. Il segreto è controllare, in calce al sito, se si tratti di un blog (in quel caso non esiste alcun obbligo del blogger di informare secondo determinate regole etiche, deontologiche e legali), insomma uno può aprire un blog e scrivere quello che vuole. Sta a chi legge avere l’intelligenza di scegliere delle fonti affidabili conoscendo le regole del web. Ovviamente ci sono anche blog seri, ma questo dipende dalla moralità personale di chi li gestisce.

Al contrario i siti ufficiali del ministero o le testate giornalistiche, rispondono a un codice etico severo. Per l’informazione sanitaria, il giornalista, deve anche attenersi alla Carta di Perugia che regolamenta in maniera meticolosa la diffusione e il controllo delle notizie da parte dei professionisti, monitorati dall’Odg. Il web non va demonizzato, è anzi uno strumento utilissimo per informarsi: ma bisogna saperlo usare. Se al posto che ascoltare il meteorologo ascolto il cartomante e poi mi ritrovo in una bufera di neve ho ben poco di che lagnarmi: gli strumenti corretti li avevo, soltanto ho scelto di non servirmene. Dato che i vaccini interessano principalmente i minori, di cui un genitore è responsabile, è doveroso avere il buonsenso di informarsi presso i siti e i professionisti adeguati, perché la salute è una cosa seria.

the oc

The Vampire Diaries 7, il ritorno di Nina Dobrev è ufficiale: Bonnie morirà?

roma aggrediti militari

Militari aggrediti a Roma, fermati 2 uomini: gridavano “Allah è grande!”