in , ,

Vaccinazioni in calo, ll ministro Lorenzin: “Pronti a negare le iscrizioni nelle scuole”

Calano le vaccinazioni e tornano le paure di un tempo soprattutto all’interno delle aule scolastiche. Ma chi non è vaccinato merita di entrare in classe, risultando come un pericolo per tutti i compagni? “Bisogna invertire la tendenza – dice il ministro alla Sanità, Beatrice Lorenzin al giornale RepubblicaE anche l’ipotesi di non far iscrivere a scuola i bambini non vaccinati (come avveniva prima) proposta dalla petizione on line, va valutata». Il ministro si riferisce all’esposto online dal titolo “Vaccinazioni obbligatorie nelle comunità scolastiche”, presente sul sito Change.Org.

Quanti sono attualmente i bambini vaccinati? Tra il 2012 e il 2014 il numero dei bimbi vaccinati è sceso al di sotto del 95%, una percentuale poco sicura e che mette in pericolo tutta la popolazione. Rischiano di far ritorno le malattie debellate, come difterite, tetano, pertosse, polio ed epatite B. E in parecchi casi la motivazione del mancato vaccino è proprio la disinformazione.

I motivi sono numerosi. C’è un problema di comunicazione, probabilmente bisogna essere più precisi e dare correttamente indicazioni sull’importanza delle vaccinazioni – ha detto il prof. Villani in un’intervista rilasciata a UrbanPost – Poi, bisogna ammetterlo, un altro problema è l’ignoranza, perché esiste anche una piccola percentuale di medici che non ha una cultura vaccinale adeguata e non solo non è in grado di dare i giusti consigli, ma addirittura esprime pareri che non sono a favore delle vaccinazioni”. 

Foto: Dmitry Lobanov/Shutterstock.com

denise pipitone analisi impronte

Denise Pipitone ultime notizie a Chi l’ha visto?: il cognome di Giulia e il Dna negativo

Film in uscita al cinema ottobre 2015: “Maze Runner – La Fuga”, trailer e trama