in ,

Vaccinazioni obbligatorie bambini: anche politica e magistratura scendono in campo

La questione vaccini continua ad essere molto calda e contrapposta in Italia, non solo tra i cittadini comuni ma anche tra chi rappresenta le istituzioni; solo qualche giorno fa la Regione Emilia Romagna si impegnava a presentare in giunta una proposta di legge che obbligasse i genitori a vaccinare i propri figli per poterli iscrivere negli asili nido comunali; non è però molto lontana la notizia di qualche mese fa che rendeva nota l’iniziativa diametralmente opposta del sindaco di Resana, comune in provincia di Treviso, Loris Mazzorato. Il primo cittadino infatti si era impegnato a mandare a tutte le famiglie dei nuovi nati una lettera di suo pugno e un’informativa sulla pericolosità delle vaccinazioni sui bambini che si componeva di 51 pagine di documentazione sui presunti effetti collaterali dei vaccini, raccolte dal Comitato Regionale Veneto per la Libertà delle Vaccinazioni, materiale che viene consegnato ai genitori anche quando vanno in Comune a ritirare il codice fiscale dei figli o a richiedere il pediatra di libera scelta.

Presunti effetti collaterali che invece continuano ad essere smentiti dalla comunità scientifica: è un’esclusiva UrbanPost l’intervista al Professor Villani in cui si spiegava l’importanza di vaccinare i bambini tanto da consigliare alla comunità di segnalare alle forze dell’ordine i genitori che non adempiono a questo compito. Eppure il primo cittadino di Resana sosteneva nell’intervista di Micaela Faggiani, autrice di un servizio sul tema per il programma di La7 Tagadà che si tratta di informazione: “Priebke nel momento della guerra ha dovuto compiere delle azioni gravissime, che io condanno; noi sindaci siamo, o ci vogliono obbligare, a seguire degli ordini di Stato che qualche volta sono crimini nei confronti dei cittadini. Io non sto facendo nessuna disinformazione, anzi sto ampliando la conoscenza dei cittadini a 360 gradi” .

Una mossa che è andata ad inserirsi in un contesto già molto complesso in cui la soglia dei bambini vaccinati si è abbassata pericolosamente tanto che arrivano notizie di casi, come quello della piccola Lia, in cui i bambini non possono andare a scuola perché una parte dei compagni di classe non è vaccinata. Malgrado ciò nemmeno la Magistratura riesce ad essere estranea alla faccenda e ha fatto molto discutere la recente sentenza di un giudice del Tar della Sicilia che ha imposto al Ministero della Salute di risarcire un ragazzo di Agrigento che sarebbe divenuto autistico a seguito di una vaccinazione: collegamento tra autismo e vaccinazioni che continua ad essere smentito dalla scienza.

racconto superstiti incidente ferroviario puglia

Scontro treni Puglia, il racconto di chi è scampato all’inferno: “Un orrore, pezzi di corpi ovunque”

Aggiornamento windows 10 mobile

Aggiornamento Windows 10 mobile: link download Build 10586.494, bug eliminati e più sicurezza su browser Edge