in ,

Vaccinazioni obbligatorie: in Emilia Romagna preclusi gli asili ai non vaccinati

Arriva in riunta Regionale in Emilia Romagna una proposta di legge che già fa discutere, relativa alle vaccinazioni obbligatorie dei bambini; il Governatore Stefano Bonaccini infatti con questa proposta di legge intende vincolare l’accesso agli asili nido pubblici con le vaccinazioni obbligatorie: in sostanza se i bambini non saranno vaccinati non potranno accedere alle strutture della Regione. La prima, ma non l’unica regione, che sta lavorando in questo senso: infatti anche Lombardia, Toscana e Marche stanno valutando provvedimenti analoghi.

>>> Ecco la storia di Lia: i suoi compagni di scuola non sono vaccinati e lei non può andare a scuola <<<

Il progetto di legge relativo alle vaccinazioni dei bambini proposto dal governatore Bonaccini introduce il rispetto degli obblighi vaccinali per difterite, tetano, poliomielite ed epatite B: la presentazione del certificato di vaccinazione sarà un vincolo per l’ammissione ai servizi educativi per la fascia di età 0-3 anni, ovvero per gli asili nido. “Il presupposto è chiaro: abbiamo a cuore la salute dei bambini, a partire dai più deboli e dai più fragili. Dobbiamo tutelare i bambini immunodepressi, affetti da gravi patologie, malati di tumore: vaccinando tutti proteggiamo anche loro, che ne hanno ancora più bisogno” ha spiegato il governatore dell’Emilia Romagna. Una scelta certamente legata ai diversi casi che sono stati resi noti negli ultimi mesi, tra i quali purtroppo anche il decesso di una bambina per via di una pertosse.

>>> Questione vaccini: la nostra intervista esclusiva al professor Villani <<<

“I vaccini sono la tecnologia sanitaria più sicura che l’uomo abbia mai inventato” spiega Sergio Venturi, assessore regionale alla sanità; “da parte nostra, abbiamo già avuto un incontro con i gestori dei servizi educativi, pubblici e privati: hanno espresso soddisfazione per questo provvedimento, lo considerano una salvaguardia importante per la comunità”, soprattutto a fronte del vistoso abbassamento della soglia di vaccinazioni nei bambini negli ultimi 15 anni. Secondo i dati dell’Istituto Superiore di Sanità infatti già nel 2014 le vaccinazioni erano scese al di sotto del 95% per le obbligatorie, mentre per le raccomandate ma non vincolanti addirittura solamente all’86%.

Alessandra Amoroso 2016, duro sfogo su Instagram: “Rido per non piangere”, con chi ce l’ha?

facebook zuckerberg Q&A Mark 6 novembre

Facebook news: il colosso di Mark Zuckerberg sotto accusa? In ufficio le dipendenti sarebbero costrette a coprirsi