in ,

Vaccini: no vax in corteo a Roma a sostegno della libertà di scelta

Continuano le manifestazioni dei no vax contro i vaccini obbligatori che, dopo il decreto del Ministro Lorenzin, sono saliti da 4 a 12. Ieri gli attivisti si sono riuniti da tutta Italia nella capitale romana tramite l’invito del coordinamento nazionale per la libertà di scelta. Questo è solo l’ultimo di altri episodi accaduti negli ultimi giorni. Intanto 130 famiglie altoatesine hanno intenzione di chiedere asilo in Austria per ‘proteggere i loro figli’.

Lungo il corteo di Roma contro i vaccini obbligatori hanno sfilato anche rappresentati, associazioni, genitori, medici, avvocati arrivati da ogni parte d’Italia. Il loro scopo è togliere l’obbligatorietà dei vaccini introdotta con il decreto del Ministro Lorenzin per la frequenza scolastica. Secondo il documento, infatti, oltre a non poter far frequentare la scuola ai figli, chi decide di non vaccinare i propri bambini rischia multe salate fino a 7500 euro e la perdita momentanea della patria potestà.

Tra gli striscioni sventolati ieri si leggono frasi come ‘Libertà di scelta’, ‘Vaccinazioni singole’ e ‘Giù le mani dai nostri figli’. Come riporta il Fatto Quotidiano, uno dei rappresentati di Comilva ha affermato: “Ho deciso di essere qui oggi per testimoniare che c’è una fetta di popolazione che nutre un forte dissenso contro il decreto. Ci hanno imposto di scegliere tra la salute e l’istruzione minacciandoci con delle multe salate se non dovessimo vaccinare i nostri figli. La palese incostituzionalità delle misure contenute nel decreto e l’assenza di situazioni contingenti di emergenza epidemiologica rendono inaccettabile la decisione adottata dal governo e fortemente voluta dal ministro della salute Beatrice Lorenzin“.

fabrizio corona news

Fabrizio Corona processo news: giudici in camera di consiglio, oggi la sentenza

ragazza uccisa a san teodoro

San Teodoro donna uccisa in vacanza, fidanzato parla dall’ospedale: le sue parole non convincono gli inquirenti