in ,

Vaccini obbligatori: manifestazione no vax a Milano contro il Decreto Lorenzin

Ennesima manifestazione no vax, questa volta a Milano, contro il Decreto Lorenzin appena approvato e relativo ai vaccini obbligatori. Almeno 3 mila persone, genitori e bambini hanno sfilato per la cosiddetta libertà di scelta. Tra la folla era presente anche Paolo Arrigoni di Lega Nord che considera il Decreto arrogante e irragionevole. Come sempre, il corteo no vax ha ribadito di non essere contro i vaccini, ma di puntare il dito nei confronti delle vaccinazioni obbligatorie.

Nonostante i no vax si dichiarino a favore della libera scelta e non contro i vaccini, sono in realtà moltissimi i genitori che hanno scelto di non vaccinare i loro figli: un gesto sconsiderato e che non ha niente in comune con la democrazia e la libertà di scelta. Molti dei manifestanti sostengono che siano pericolosi o che provochino malattie e problemi cognitivi, come l’autismo. Non esiste nulla di simile nella letteratura scientifica nonostante gli innumerevoli studi sul tema e, dunque, non è mai stata dimostrata alcuna tossicità su larga scala e nel tempo.

Era presente anche l’ex sindaco di Resana, Loris Mazzorato, durante la manifestazione no vax di Milano. Secondo l’ex sindaco, la politica mente e ‘fa schifo’ perché c’è troppa corruzione, i vaccini fanno male perché sua figlia è guarita dall’otite senza l’ausilio dell’antibiotico, che comunque non è un vaccino, e l’omeopatia in realtà funziona, ma ci sono cose che non ci dicono. Un corteo contro un nemico comune che non esiste e che, anzi, ha salvato la vita di milioni di persone e bambini e, fortunatamente, continuerà a salvarla.

Battleground 2017 streaming gratis, card completa, prediction: tutte le informazioni sul PPV della WWE

Caso Charlie Gard, no cure usa

Caso Charlie Gard: minacce ai medici del bimbo, rispondono i genitori