in ,

Vaccini obbligatori: passato l’emendamento per ridurli da 12 a 10

I vaccini obbligatori scenderanno da 12 a 10, questo il risultato dell’emendamento al Decreto Legge della Ministra della Salute Beatrice Lorenzin. Durante la scorsa notte, la Commissione sanità del senato ha approvato a modifica che era stata presentata da Patrizia Manassero, richiesta dalla presidente Emilia De Biasi. Ecco cosa cambierà e quali saranno le modifiche.

Secondo il decreto, 4 vaccinazioni gratuite verranno suggerite dall’Asl, nello specifico saranno le seguenti: Meningococco C e B, Pneumococco e Rotavirus. I vaccini aumentano a 14, ma quelli obbligatori per poter iscrivere i figli all’asilo nido e alla scuola elementare saranno 10, pensa la sanzione. I rimanenti saranno invece fortemente consigliati. È prevista, sempre secondo l’emendamento, una verifica delle coperture entro i prossimi tre anni per quanto riguarda il vaccino quadrivalente per morbillo, rosolia, parotite e varicella.

Nel caso in cui la copertura riesca a toccare il 95 per cento e quindi venga garantita l’immunità di gregge, l’obbligo vaccinale potrebbe anche decadere. I vaccini obbligatori per quanto riguarda l’esavalente, rimarranno tali e dovranno essere somministrati entro il terzo mese di vita: tetano, pertosse, emofilo, polio, epatite B e difterite. Anche le sanzioni verranno ridotte fino a un massimo di 3500 euro, mentre sarà tolta la possibilità di segnalare presso il Tribunale dei Minori e la Procura chi non è in regola e, dunque, la possibilità di togliere la patria potestà.

[dicitura-articoli-medicina]

Vaccini anticancro, test positivi, aggrediscono le mutazioni ma non attaccano le cellule sane

Vaccini anticancro: test positivi, colpiscono le mutazioni e non attaccano le cellule sane

Domenico Diele arrestato: l’attore di 1993 lascia il carcere, arriva il braccialetto elettronico