in ,

Dove fare il vaccino della meningite

Dove fare il vaccino della meningite

Il 2017 si è aperto con una serie di casi di meningite che hanno portato gli italiani a una corsa alle Asl per prenotare il vaccino contro questo virus che può essere anche mortale. Nelle ultime settimane, infatti, sono cresciute di quasi il triplo le richieste per il vaccino contro la meningite. Ma dove fare questo vaccino? Ecco cosa dobbiamo fare.

—> TUTTO SULLA MENINGITE 

Meningite, ecco cosa è

Per Meningite si intende una malattia abbastanza grave che si registra nel momento in cui si presenta un’infiammazione delle meningi. Cosa sono le meningi? Con questo termine scientifico vengono intese quelle membrane che rivestono il cervello. Qualora queste dovessero essere infiammate, e dunque saremmo in presenza di Meningite, possono registrarsi gravi sintomi neurologici al cervello che portano a condizioni gravi del “malato” come sordità, paralisi, epilessia, ritardo mentale o, nel peggiore dei casi, morte.

—> TUTTO SULLE NEWS CON URBANPOST

Meningite, ecco come si manifesta

Quali sono i sintomi da non sottovalutare quando si manifesta la Meningite? I sintomi principali della meningite sono febbre, nausea, vomito e irritazione delle membrane che il ‘malato’ avverte come una forma di rigidezza dei muscoli nucali. La meningite, inoltre, presenta dei segni “collaterali” come diminuzione dello stato di coscienza, con senso di torpore, battito cardiaco rallentato ed episodi convulsivi. Come riconoscere la Meningite B e C in un neonato? In un bimbo molto piccolo la diagnosi è particolarmente difficile anche perché non sempre c’è febbre. Segni della malattia possono essere la fissità dello sguardo, il torpore, il rifiuto del cibo, la comparsa di macchie di color rosso scuro sulla pelle e poi il fatto che il piccolo getti la testa all’indietro e inarchi la schiena.

—> LE ULTIME SUL MONDO DEL BENESSERE 

Meningite, conoscere la prevenzione

Meningite prevenzione. Quando si viene colpiti dall’infiammazione delle meningi viene seguita una specifica terapia: si tratta della somministrazione di liquidi per via endovenosa, siano essi antibiotici ed altri farmaci eventualmente necessari e viene eseguita in ospedale. Anzitutto, qual è il batterio più pericoloso che si può contrarre. Si tratta del Neisseria meningitidis (meningococco), oltre a Streptococcus pneumoniae (pneumococco) e Haemophilus influenzae. Del meningococco esistono diversi sierogruppi: A, B, C, Y, W135, X.

Qual è il più pericoloso? Il più aggressivo è il meningococco di sierogruppo C, che insieme al B è anche il più frequente in Italia e in Europa. Secondo l’Istituto Superiore di Sanità, nel 2015 si sono verificati in Italia quasi 200 casi di meningite da meningococco, la maggior parte dei quali causati dai sierogrupppi B e C.

meningite-tipi vaccini e costi

Meningite vaccino: ecco quali sono le tipologie

Quali sono le tipologie di  vaccino per la Meningite?

Esistono tre tipi di vaccino anti-meningococco:

  1. il vaccino coniugato contro il meningococco di sierogruppo C (MenC): è il più frequentemente utilizzato;
  2. il vaccino coniugato tetravalente, che protegge dai sierogruppi A, C, W e Y;
  3. il vaccino contro il meningococco di tipo B.

Alcuni vaccini sono raccomandati e offerti gratuitamente, altri lo saranno appena entrerà in vigore il nuovo Piano vaccinale nazionale. Oggi è prevista la vaccinazione anti meningococco C nei bambini che abbiano compiuto un anno di età, mentre è consigliato un richiamo con vaccino tetravalente per gli adolescenti.

Il vaccino tetravalente coniugato anti-meningococco A, C, Y, W è consigliato anche per gli adolescenti che non sono stati vaccinati da piccoli, e dovrebbe comunque essere somministrato a chi si reca in Paesi dove sono presenti i sierogruppi contenuti nel vaccino. Inoltre il vaccino è fortemente raccomandato in persone a rischio o perché affette da alcune patologie (talassemia, diabete) o per la presenza di particolari condizioni (ragazzi che vivono in collegi, frequentano discoteche o dormono in dormitori, reclute militari, e per chiunque debba recarsi in regioni del mondo dove la malattia meningococcica è comune, come alcune zone dell’Africa).

Per quanto riguarda i vaccini contro gli altri agenti batterici della meningite, la vaccinazione contro Haemophilus Influenzae B (emofilo tipo B) è solitamente effettuata, gratuitamente, insieme a quella antitetanica, antidifterica, antipertosse, antipolio e anti epatite B, al 3, 5 e 11 mese di vita del bambino, come prevede il calendario vaccinale in vigore. Non sono necessari ulteriori richiami.

Dove fare il vaccino della meningite: ecco cosa dobbiamo sapere

Dove fare il vaccino della meningite? Chiunque volesse vaccinarsi contro l’infiammazione delle membrane delle meningi potrà farlo recandosi in Farmacia, nelle strutture ospedaliere oppure presso le ASL delle Regioni.

Meningite vaccino costo: ecco quanto si spende

Meningite vaccino: anche gli adolescenti devono fare il richiamo. È assolutamente consigliabile vaccinare gli adolescenti contro il meningococco C, o ancor meglio con il vaccino tetravalente. Per chi è stato vaccinato da bambino al momento non è previsto alcun richiamo in adolescenza, ma è comunque consigliabile effettuarlo (a pagamento). In Toscana il richiamo è gratuito.

La vaccinazione negli adulti non è raccomandata a meno che non siano presenti fattori di rischio o particolari malattie. Chi vuole può comunque ricorrere alla vaccinazione, a pagamento (tranne in Toscana, dove è gratuita), rivolgendosi alla Asl o facendosi prescrivere il vaccino dal proprio medico di base.

Il costo del vaccino per la Meningite varia da Regione a Regione e, in media, arriva ad avere un prezzo pari a 60 euro in ASL. In Farmacia il costo aumenta a 130 euro circa.

PENSIONI 2017, ape social e quota 41 al via l'accertamento dell'Inps e i termini per le domande tardive

Pensioni 2017 news: Opzione Donna o part-time?

Brufoli cosa sono e cause

Come eliminare le cicatrici lasciate dai brufoli