in ,

Valanga su Hotel Rigopiano news, tra i dispersi tanti bambini: le parole di un superstite

Continua incessante il difficoltoso lavoro della Polizia di Stato e delle squadre del Soccorso alpino, della Protezione civile e dei Vigili del Fuoco nel disperato tentativo, nonostante i metri di neve, di trarre in salvo le circa trenta persone rimaste intrappolate nell’Hotel Rigopiano (Pescara) ieri notte travolto da una slavina di proporzioni enormi, molto probabilmente innescata dalle forti scosse di terremoto verificatesi ieri proprio in quell’area del centro Italia.

Il Soccorso alpino poco dopo le 9 del mattino ha estratto la prima vittima dalle macerie miste a neve dell’Hotel Rigopiano, si tratterebbe di un uomo, e due persone per fortuna ancora in vita, sebbene stremate. Una trentina le persone disperse sotto il cumulo di macerie, tra loro ci sarebbero anche tanti bambini che figurerebbero nel registro delle presenze nella struttura alberghiera. Una parte dell’hotel è tuttavia rimasta in piedi, il che fa sperare che possano esserci dei superstiti, come ha dichiarato poco fa ad Agorà Antonio Crocetta, il coordinatore del gruppo del soccorso alpino Abruzzo al lavoro sul luogo della tragedia.

C’è anche un sopravvissuto a questa immane disgrazia, un uomo di 38 anni che quando la slavina si è abbattuta sull’Hotel Rigopiano era andato in auto a prendere qualcosa: “Sono salvo perché ero andato a prendere una cosa in automobile: è arrivata la valanga, sono stato sommerso dalla neve, ma sono riuscito a uscire. L’auto non è stata sepolta e quindi ho atteso lì l’arrivo dei soccorsi”. L’uomo è ricoverato in Rinimazione e la moglie e i suoi due figli sono tra i dispersi sotto le macerie dell’albergo. (Foto da Facebook Soccorso Alpino)

Brunori Sas A Casa Tutto Bene Album 2017 tracklist e date concerti: cosa devi sapere

Mercedesz Henger e Sergio Arcuri fidanzati

Mercedesz Henger fidanzato, Sergio Arcuri: “Perché lo hai fatto?”