in

Valentino: all’atelier romano il 40% delle sarte ha meno di 30anni

Un nome un mito: Valentino. Simbolo della moda italiana nel mondo, maestro di eleganza e di stile, imprime la sua geniale raffinatezza in ogni creazione, tanto da soddisfare gli altisonanti gusti di nobildonne europee e principesse arabe, attratte dalla qualità del Made in Italy e dal desiderio di esclusività, forma più pura e profonda del lusso.

Un abito firmato Valentino è il sogno di ogni donna ed il capriccio della ricche principesse orientali, in primis di Mozah Bint Nasser al Missned, seconda moglie dello sceicco Hamad bin Khalifa Al Thani, il quale nel 2012 ha comprato la maison per 700 milioni di euro.

valentino moda

Eppure i passi che portano alla creazione di quell’abito sono gli stessi, da anni, così come la location in cui il miracolo della moda prende vita. Piazza Mignanelli 22 è da sempre l’indirizzo dell’atelier romano di Valentino, in un palazzo del ‘500 a pochi passi dalla celebre Piazza di Spagna. All’interno vi lavora un’ equipe preparata, giovane ed esperta: circa il 40% delle sarte è under 30, con una discreta presenza anche di personale maschile (sei ragazzi).

C’è chi è specializzato nella lavorazione dei capispalla, chi invece si dedica alla creazione di abiti con stoffe leggeri. Su tutti, ovviamente, vige l’imperativo qualità, sia che si tratti di abiti per la passerella, sia che si tratti di capi destinati ai privati. Il risultato è garantito: gusto impeccabile, forme perfette, eleganza sicura.

Unioncamere: in Italia ogni due ore falliscono tre imprese

Teresa Heinz Kerry

Ore d’angoscia per Teresa Heinz, moglie del Segretario di Stato Usa John Forbes Kerry