in

Valentino Rossi, MotoGp:”Marquez mi ha fatto perdere il mondiale, non so se mi presenterò a Valencia”

Finisce nel peggiore dei modi il Gp di Malesia, quello che poteva incoronare Valentino Rossi per l’ennesima volta campione del mondo. Ed invece, il lungo duello con Marquez è costato molto al Dottore, forse un campionato, che si è visto, a fine gara, attribuire una penalizzazione di 3 punti sul patentino e la partenza dall’ultima posizione nel prossimo e decisivo Gran Premio di Valencia.

Valentino Rossi accusato di aver dato un calcio al rivale Marquez durante la gara, si è difeso affermando:”Si vede molto bene nella ripresa dall’elicottero, bisogna scorrere lentamente i fotogrammi: Marc mi colpisce alla coscia sinistra col manubrio destro e comincia a scivolare, solo dopo io perdo il piede sinistro dalla pedana. Non volevo farlo cadere. Se gli avessi voluto tirare un calcio, lo avrei fatto 40 metri prima quando eravamo attaccati. E poi le Motogp sono troppo pesanti, per essere buttate giù con una pedata”, poi continua dicendo:”Non ne potevo più. Continuava ad ostacolarmi, in quei giri l’ho inquadrato almeno 6-7 volte ed era come per dirgli: ‘Ma che c.. fai? Lasciami in pace’. Hai presente quando guidi la macchina?”; arrabbiato, deluso, Valentino Rossi si lascia andare a parole di rassegnazione:“La commissione gara ha detto a Marquez che mi rallentava apposta. Una sanzione sbagliata. Che in pratica decide il mondiale, perché partendo dal fondo è impossibile pensare di combinare qualcosa. Lo vincerà Lorenzo. Anzi: Marc”.

Ma non basta, Valentino Rossi stupisce tutti con un’altra dichiarazione shock che potrebbe far presagire l’uscita anticipata dal mondiale per il dottore:“Non so se parto. Adesso decido”. Il numero 46 deciderà se presentarsi o meno al Gran Premio decisivo di Valencia, dove Lorenzo, a solo 7 punti di distanza da Rossi, avrebbe già la vittoria in mano, secondo Valentino. Non le manda a dire neanche Jorge Lorenzo, che grida allo scandalo:“Una decisione ingiusta. Presa solo in nome di Rossi. Se fosse stato qualsiasi altro pilota, lo avrebbero squalificato. Ma lui è troppo importante, per la Motogp. Così importante che per lui le regole non valgono, non si applicano”.

Lazio Juventus probabili formazioni

Juventus Atalanta risultato finale: 2-0 highlights, sintes, video gol Serie A

influenza 2015 sintomi e durata

Influenza 2015: sintomi, arrivo, picco e decorso, ecco come sarà