in

Valeria Favorito matrimonio, si è sposata la ‘sorellina’ di Fabrizio Frizzi: il loro legame

Valeria Favorito aveva 11 anni nel 2000 e aveva urgentemente bisogno di un trapianto di midollo osseo. Era malata di una grave forma di leucemia e la sua vita stava per spegnersi perché non c’era nessun donatore compatibile nella sua famiglia. Nel 1994 Frizzi aveva fatto un prelievo del sangue e si era iscritto nel registro dei donatori di midollo osseo. E adesso era giunto il momento, visto che il suo midollo era compatibile con quello della ragazzina veronese. Frizzi esitò inizialmente, visti i suoi tanti impegni di lavoro, ma poi accettò. A quel tempo Fabrizio Frizzi stava girando una fiction infatti ed era anche alla conduzione di “Per tutta la vita”, con Romina Power. Quando il conduttore si assentò per il delicato intervento la Power disse: “Fabrizio oggi non c’è perché domenica scorsa ha fatto una cosa molto bella, una cosa importante per qualcuno”.

Valeria Favorito matrimonio: toccante messaggio per Frizzi

“Se le mie forze me lo consentiranno, ci sarò”, era stata la promessa. Ma Valeria Favorito, che 18 anni fa ricevette dal presentatore il midollo che le permise di sconfiggere la leucemia, nel giorno delle sue nozze non ha potuto avere al suo fianco il suo salvatore, che la strappò alla morte all’età di 11 anni. Ma un pensiero per lui c’è stato. “Il mio fratellone”: Valeria chiamava così Fabrizio Frizzi, quando scoprì l’identità del suo donatore. E subito divennero amici. Il loro ultimo incontro risale a poco prima della scomparsa del presentatore, avvenuta nel marzo scorso.

Valeria Favorito matrimonio: il messaggio per Fabrizio

Valeria Favorito ha raccontato il suo incontro con Fabrizio Frizzi durante lo speciale di Porta a Porta. Per legge, il donatore deve restare anonimo e per un po’ così fu, ma dopo anni Valeria è riuscita a trovare il suo “salvatore”. I due si sono prima scritti poi conosciuti, dopo che lei lo ha raggiunto a Verona dove stava giocando una “Partita del Cuore“. Fabrizio e Valeria sono così diventati amici, anzi di più… Lui la chiamava “la mia sorellina di sangue”, lei il “mio fratellone”. Qualcosa di molto forte li lega e li legherà per sempre. E tra qualche mese Fabrizio avrebbe dovuto essere il testimone di nozze di Valeria… E ora il matrimonio: “Andai a Roma per portargli di persona il mio invito di nozze, volevo che lui fosse il mio testimone”, aveva raccontato ai tempi dei funerali, ai quali partecipò, la neosposa.

Written by Andrea Paolo

46 anni, nato in provincia di Reggio Calabria, emigrato negli anni '80 al nord, è laureato in scienze politiche. Ha lavorato come ricercatore all'estero e studia da anni la criminalità organizzata. Per UrbanPost si occupa di news di cronaca e di gossip sui personaggi del mondo dello spettacolo.

Taser a forze dell’ordine 2018: come funziona e quanto costa agli italiani? Ecco cosa cambia

Riforme Governo Conte 2018: addio a centri sociali, lotta abusivismo e via agli sgomberi