in ,

Valeria Solesin funerali, parla il fidanzato: “Per due ore mi sono finto morto e sono stato abbracciato a Valeria”

Davanti all’ingresso della camera ardente di Valeria Solesin prima dei funerali di martedì prossimo, la ragazza di Venezia morta durante l’attentato al Bataclan a Parigi nella tarda serata del 13 Novembre 2015, durante la diretta di Domenica Live, l’inviato del Tg5 ha annunciato che i genitori di Valeria erano entrati a pregare per lei sottolineando come molti veneziani si fossero recati sul posto per darle anche solo un saluto e ha annunciato che il fidanzato della ragazza, che ha avuto modo di parlare con gli inquirenti e spiegare quanto accaduto dentro al Bataclan e come si sono mossi i terroristi dell’Isis, in merito a quelle ore terribili ha detto: “per due ore mi sono finto morto e sono stato abbracciato a Valeria”.

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI SULLA STRAGE DI PARIGI

Andrea Ravagnini, nel suo difficilissimo racconto, ha poi aggiunto: “I terroristi dell’Isis passavano tra i feriti del teatro Bataclan per dare il colpo di grazia alle vittime”. Il giovane, così come sua sorella ed il fidanzato di quest’ultima, è sempre stato vicino a Valeria, l’ha sempre tenuta abbracciata stretta a sé.

Martedì 24 Novembre, a Piazza San Marco, con la presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e Matteo Renzi, si terranno i funerali di Valeria Solesin.

Amici 15

Amici 15: si scommette sulle possibili liti fra Natalia Titova e Alessandra Celentano

Questo è il mio paese

Questo è il mio paese anticipazioni puntata del 23 Novembre 2015: nuovi ostacoli per Anna Pozzo