in

Valerio Scanu grida al boicottaggio: “Le radio italiane non mi passano”

Non poteva esserci ritorno più turbolento per il giovane Valerio Scanu che, dopo aver ammesso di essere stato abbandonato da diverse case discografiche, grida ora al boicottaggio. Il suo nuovo album, “Lasciami entrare”, è stato interamente autoprodotto dall’ex talento di “Amici”, con tutte le difficoltà che ciò ha comportato. Eppure, a vanificare i suoi sforzi, economici e professionali, sarebbero ora le radio italiane, accusate da Scanu di stare boicottando i suoi successi.

valerio scanu insultato

Le radio italiane non passano nemmeno Celine Dion quindi va bene così. Sono fiero di non passare in radio“, ha dichiarato Valerio Scanu a Blogosfere.it. Il cantante non ha esitato a fare le dovute precisazioni: “E’ giusto però precisare che mi riferisco ai network nazionali, perché tutte le altre radio in Italia e non mi hanno sempre sostenuto e continuano a farlo“. A detta del cantante, i motivi dietro al presunto boicottaggio sarebbero diversi, a partire dai pregiudizi che ha dovuto affrontare per il fatto di aver partecipato ad un talent show.

A dar più fastidio, rivela Scanu, è però quell’etichetta di ragazzo “presuntuoso, arrogante e poco umile” che gli è stata spesso affibbiata, come è accaduto qualche giorno fa ad Uno Mattina Magazine. Stavolta, a criticare il giovane cantante sarebbe stata la collega Fiordaliso, “mai vista né conosciuta” da Valerio. Tra critiche, boicottaggi e porte chiuse in faccia, la scalata verso il successo di Valerio Scanu si fa più difficile che mai…

Seguici sul nostro canale Telegram

Il peccato e la vergogna 2 anticipazioni 7 febbraio: Liliana e Lara fuggono via, Carmen in pericolo

Napoli scippo nei vicoli

Scippo a Napoli: l’unico che ferma il malvivente è un immigrato (Video)