in ,

Varese, arrestati cinque agenti penitenziari: favorirono l’evasione di tre detenuti

Cinque agenti di polizia penitenziaria sono stati arrestati per aver favorito l’evasione di tre detenuti. Accusati di corruzione perché avrebbero permesso l’introduzione nel penitenziario di Varese e Bollate, a Milano, di una lima ed un telefono cellulare, strumenti necessari ai carcerati per evadere. Gli evasori in questione sono tre rumeni, che il 21 febbraio 2013 riuscirono a scappare dal carcere grazie alla collaborazione degli agenti, che in cambio di denaro fornirono alla fidanzata di uno dei detenuti lima e telefonino, nascosti nelle parti intime e introdotti nel penitenziario. La fuga dei tre malviventi fu comunque breve: nelle ore successive all’evasione furono infatti rintracciati ed arrestati in Svizzera e in provincia di Pavia.

Gli arresti sono stati eseguiti dai carabinieri di Luino, in provincia di Varese, con la collaborazione della polizia penitenziaria, della polizia di Stato e della guardia di finanza di Varese. Per i 5 agenti corrotti sono state disposte le custodie cautelari in carcere, emesse dal Giudice delle Indagini Preliminari del Tribunale di Varese. Predisposti, inoltre, nove decreti di perquisizione nei confronti di altri membri del corpo della polizia penitenziaria.

Kiko assunzioni 2015

Kiko lavora con noi: ecco le offerte di dicembre 2014

caldirola calciomercato torino

Calciomercato Torino ultimissime: Caldirola, in prestito a gennaio?