in

Vasco Rossi: «Canzoni nuove? Chi me lo fa fare di scrivere pezzi che magari non sono all’altezza?»

Manca davvero poco al debutto di VascoNonStop Live 019: la data zero, quella che anticipa i concerti in programma a giugno alla Stadio San Siro di Milano e alla Fiera di Cagliari, è prevista per il prossimo 27 maggio allo Stadio Teghil di Lignano. Il rocker di Zocca, dopo l’intervista concessa qualche giorno fa a “Robinson”, l’inserto culturale di “La Repubblica”, è tornato a parlare della carriera, dei suoi progetti e degli imminenti spettacoli a “TV Sorrisi e Canzoni”, svelando le novità.

Vasco Rossi: «La situazione non è bella, lo sento quando torno dall’America, c’è un clima pesante e teso, tutti sono arrabbiati con tutti. Non si vede una luce!»

Tanto per cominciare non ci sarà più Cosa succede in città ad aprire i concerti. Vasco Rossi proporrà un altro brano, tra i più amati dai fan, ripescato dall’album Il mondo che vorrei del 2008: Qui si fa la storia. Una scelta che il cantate ha motivato così: «A ottobre, quando ho iniziato a pensare alla scaletta, ho visto intorno a me che ‘la disperazione è già qui’, come dice la canzone. Voglio dire le cose come stanno. La situazione non è bella, lo sento quando torno dall’America, c’è un clima pesante e teso, tutti sono arrabbiati con tutti. Non si vede una luce!». Gli irriducibili fan, quelli che seguono da sempre il Blasco e che non perdono alcun concerto dell’aedo emiliano, troveranno uno show curato, completamente diverso dai precedenti, come ha spiegato lo stesso Vasco, che ha spoilerato parte della scaletta: «Ci tenevo che ci fosse ‘Mi si escludeva’, che ho scritto nel 1995 e che oggi è ancora più attuale, se pensi al problema dell’integrazione. E poi rivisiterò ‘Ti taglio la gola’ e ‘Portatemi Dio’ dei primi anni ’80″».

Vasco Rossi: «Chi me lo fa fare di scrivere pezzi che magari non sono all’altezza?»

L’ultimo album del rocker di Zocca risale, infatti, al 2014 ed è Sono innocente. Da un punto di vista discografico Vasco Rossi non ha in animo nessuna nuova raccolta di inediti da lanciare sul mercato. Lo scorso autunno è uscito il singolo La verità, ma nessun progetto è in programma. Come mai? La vena del Blasco si è esaurita? Assolutamente, tant’è che il cantautore ha affermato a “Tv Sorrisi e Canzoni” di essere al lavoro a una canzone nuova, che definisce come una sorta di «testamento», un brano che segnerà la fine di un’«epoca». Per ascoltarlo bisognerà attendere l’autunno 2019. Perché nessun album allora? Vasco Rossi ha spiegato di non averne bisogno, artista libero e schietto da sempre, non ne sente l’esigenza: «Ho già un sacco di canzoni, dovrei fare dieci concerti di fila per cantarle tutte. Chi me lo fa fare di scrivere pezzi che magari non sono all’altezza? Non seguo più la logica discografica, solo la mia urgenza di comunicare!». 

leggi anche l’articolo —> Vasco Rossi, la malattia e il cocktail di farmaci: «Ho pensato anche al suicidio!»

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi", “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Lecce, operazione all’ernia finisce male: ragazzo perde un testicolo

Patty Pravo: «Non posso festeggiare il 25 aprile!». E sul Festival di Sanremo dice: «È diventato ciò che non serve!»