in ,

Vatileaks 2, Chaouqui gela il sangue: “Molti in Vaticano vogliono Papa Francesco morto”

Imputata nel processo rinominato Vatileaks 2, Francesca Immacolata Chaouqui non ha mai lesinato dichiarazioni pubbliche ai giornalisti. La giovane donna non soltanto continua a negare di essere un “corvo” ma attacca a sua volta in maniera sempre più feroce le alte sfere, allontanando da sé, è proprio il caso di dirlo, questo calice amaro.

“Sono nei guai per uno squallido gioco di potere di cardinali. Chi ha armato la mano contro di me è un nemico del Papa, ho fornito le prove alla Gendarmeria. Molti in Vaticano vogliono morto Francesco. Me lo ha detto un cardinale: Il Santo Padre passa, la Curia resta“. Queste le dichiarazioni che la giovane donna ha rilasciato a La Stampa.

Parla dell’ex maggiordomo Paolo Gabriele asserendo: “Ho le prove. Fu usato per lotte di potere tra cardinali. Vatileaks 1 non c’entra con le dimissioni di Benedetto. Oggi, attraverso veline ai giornali, i miei nemici sono gli stessi che hanno attaccato il prelato dello Ior, Battista Ricca. I giornalisti sono strumenti, dietro ci sono mandanti che non perdonano a Francesco di aver fatto nomine prescindendo dalle gerarchie della Segreteria di Stato. Sono gli stessi interni che sperano che papa Bergoglio muoia da un giorno all’altro“. Infine dichiara di aver agito solo per amore verso il Papa e di aver prestato gratuitamente la propria opera in Vaticano.

Pronostici Serie A calcio oggi, consigli scommesse 16a giornata

capodanno 2016 milano

Capodanno 2016 a Milano: da piazza Duomo al teatro, tutti gli eventi per festeggiare il nuovo anno