in

Vecchie e nuovi mestieri: ecco il meccatronico che manda il meccanico in pensione

Bei tempi quando c’era in meccanico: la macchina aveva un guasto (magari anche solo un rumorino sospetto) e tu andavi in officina. E se ne trovavi uno bravo, a cui bastava solo ascoltare il canto del motore, eri a cavallo: ti risolveva il problema in pochi minuti. Un’altra vita. Già perché una legge che dovrebbe produrre i suoi effetti dal 5 gennaio ha mandato in pensione proprio la figura professionale del meccanico.

area c milano

Al suo posto è nato il meccatronico che unisce in una sola persona fisica il meccanico e l’elettrauto. Anni che passano, tempi che cambiano e mestieri che si evolvono. Il problema però è molto più serio di quanto si possa pensare. Già, perché a causa di un cavillo legislativo i meccatronici esistono solo sulla carta. Per conseguire il titolo di meccatronico, infatti, seconfo la legge, è necessario superare un corso di formazione ad hoc.

Ma proprio qui sta l’impasse: il corso di formazione non è ancora stato istituito per cui molti lavoratori che sono di fatto meccatronici non lo sono per la legge questa situazione kafkiana, anzi tutta italiana, impedisce loro di aprire le attività. Possiamo dire che è una vergogna? Sì. E non c’è nulla da eccepire.

Seguici sul nostro canale Telegram

Anticipazioni Amici: Emma rivede Stefano e lo ignora

Borghezio offende il Presidente della Camera Boldrini: “Trafficante di esseri umani”