in

Vela, Oracle ha vinto la Coppa America 2013 barando: l’accusa in un libro

Il recupero formidabile da 1-8 a 9-8 compiuto da Oracle nella Coppa America 2013 che determinò la vittoria degli americani nel golfo di San Francisco ai danni di Emirates Team New Zeland sarebbe stato effettuato in modo irregolare; è questa l’accusa di G. Bruce Knecht, giornalista statunitense esperto di vela, che nel suo libro “The Comeback” spiega come Russell Coutts e James Spithill avrebbero imbrogliato per battere i neozelandesi con il catamarano del patron Larry Ellison.

Durante la navigazione nel lato di bolina, l’AC72 statunitense aveva trovato una velocità che nelle regate precedenti non era mai venuta fuori; alla base di questo ci sarebbe l’uso della wing, la vela alare che veniva “pompata” lascando e tirando in modo da creare un surplus d’aria durante il foiling (cioè la navigazione fuori dall’acqua ottenuta grazie a speciali derive).

Il Regolamento della Coppa America però non conteneva alcun riferimento al “pompaggio” della wing al contrario del Regolamento Internazionale di Regata che proibisce ogni tipo di propulsione manuale per la barca; nel codice dell’America’s Cup c’è scritto quanto segue: “Una barca deve competere usando soltanto il vento e l’acqua per aumentare, mantenere o diminuire la propria velocità. Il suo equipaggio può regolare l’assetto della wing, delle vele, dei timoni, di derive e scafi ed eseguire altre azioni di marineria” E così il libro di Knecht si conclude proprio chiedendosi se la vittoria di Oracle sia stata regolare o meno.

Messi Ronaldo Friends

Messi vs Cristiano Ronaldo: il confronto provoca un morto

Calciomercato Inter

Calciomercato Roma news, entrate e uscite 2016: Pallotta rassicura Spalletti