in

Vendita BlackBerry: salta l’accordo con Fairfax Financial

Salta l’accordo per la vendita del colosso di telefonia BlackBerry. Il famoso marchio dei dispositivi portatili smartphone, infatti, non sarà acquisita dalla Fairfax Financial, società finanziaria canadese con sede a Toronto, in Ontario, che si occupa di assicurazioni sulla proprietà, gli infortuni, e sulla vita, gestione degli investimenti, in seguito al non raggiungimento della somma di 4,7 miliardi di dollari, quota necessaria per la rilevazione stabilita dall’accordo preliminare di settembre.

Blackberry 2

Il danno, se così si può chiamare. è stato “ammorbidito” da un introito di circa 1 miliardo di dollari, ricevuto da Mike Lazaridis – fondatore di BlackBerry, ndr – da parte dell’azienda canadese, e da altri investitori istituzionali.
Ma per quale motivo si è arrivati al punto di far saltare l’accordo?
La verità è che la Fairfax Financial ha visto crollare i propri titoli del 19% (6,33 dollari) e quindi tutto ciò ha portato anche un sostanziale cambiamento per quanto riguarda i vertici societari: l’amministratore delegato Thorsten Heins ha abbandonato l’incarico, e sarà sostituito da John S. Chen.

Apple e Samsung rappresentano una forte concorrenza per la casa di Mike Lazaridis che, a sua volta, non ha saputo rinnovarsi negli anni, pur mantenendo un ruolo di primissimo piano nel commercio.
Alla fine di settembre controllava solo il 2% del mercato americano, con un’erosione costante che ha fatto accelerare il processo di vendita della società, incrementato dopo l’accordo di Microsoft con Nokia. Da giorni si parlava di offerte anche dalla cinese Lenovo, da Cerberus e Qualcoom e persino da Facebook.
Vedremo, quindi, eventuali sviluppi, anche se – sicuramente – questo rappresenta un colpo duro per Lazaridis e soci.

Seguici sul nostro canale Telegram

The Cake Show 2013, torte e “sugar mania” a Bologna Fiere dal 15 al 17 novembre 2013

La collina dei conigli: un piccolo-grande mondo nascosto nel cuore del parco di Monza