in

Venezia 73: le stanze più curiose dell’Hotel Excelsior, dove nacque la Mostra del Cinema

Mentre a Venezia va in scena la 73esima Mostra del Cinema, vale la pena ripercorrere la storia attraverso un luogo che ha incantato personaggi celebri e star di Hollywood, l’Hotel Excelsior del Lido dove ogni anno attori e registi approdano per riposarsi tra una presentazione e un’intervista. Costruito nel 1908, l’Hotel Excelsior ospita praticamente da sempre le star che arrivano a Venezia per questa occasione sfoggiando lusso e glamour. Soprattutto perché vale la pensa dire che la stessa Mostra del Cinema di Venezia ha preso forma sulla terrazza dell’Hotel Excelsior: era infatti il 6 agosto 1932 quando su iniziativa del Conte Volpi di Misurata sulla lunga terrazza dell’albergo veneziano vennero presentati 15 film, tra cui “Dottor Jekyll e Mr. Hide”, “Grand Hotel” e il primo “Frankenstein”: tra il pubblico si potevano perfino scorgere i fratelli Lumière.

Tra le stanze leggendarie per la Mostra del Cinema di Venezia soprattutto la 135 dove si dice che Enrico Lucherini, famoso agente cinematografico, riuscisse a sentire i giurati e nel 1965 riuscì ad anticipare a Luchino Visconti che gli avrebbero assegnato il Leone d’Oro per “Vaghe stelle dell’Orsa”. Nel 1948 in un’altra stanza c’era Roberto Rossellini che cercava invano di consolare Anna Magnani: quell’anno l’attrice non era stata premiata per la sua interpretazione in “Amore”.

Nella spiaggia o nella hall dell’Hotel Excelsior negli anni mitici della Mostra del Cinema di Venezia si potevano incontrare Orson Wells o Paul Newman, ma anche idoli del cinema italiano quali Alberto Sordi, Marcello Mastroianni o Claudia Cardinale. Sergio Leone invece decise di immortalare la bellezza dell’Excelsior per sempre nel suo “C’era una volta in America”.

arma delitti mostro firenze

Mostro di Firenze, il giallo della pistola: rinvenuta Beretta calibro 22, è quella usata per i delitti?

Mostra del Cinema di Venezia 2016, “Die Einsiedler”: il trailer del film di Ronny Trocker