in ,

Venezia: arrestati il sindaco Orsoni e altre 35 persone per il Mose. Spunta il nome dell’ex presidente Galan

Questa mattina all’alba gli uomini della DDA, coordinati dai pm Ancillotto, Buccini e Tonino, hanno compiuto una serie di arresti eccellenti a Venezia, tra i quali quella del primo cittadino di area centrosinistra. I pm sono titolari dell’inchiesta legata al Mose e a Giorgio Baita, ex amministratore delegato dell’azienda di dragaggio Mantovani. Giorgio Orsoni, sindaco della città della laguna, è stato fermato con le pesanti accuse di corruzione, concussione e riciclaggio. Richiesta d’arresto anche per il senatore di Forza Italia, Giancarlo Galan, ex presidente della Regione Veneto. In quanto parlamentare, i fascicoli a lui relativi saranno trasmessi in Senato.

Stop navi Venezia

La vicenda del Mose è articolata ed inizia nel 1966, con l’alluvione a Venezia e Chioggia. Da quella tragedia nacque la volontà di salvaguardare la città dall’insidia dell’acqua alta. Dopo decenni di progetti vani, nel 2003 iniziarono i lavori del Consorzio Venezia Nuova (CVN) e, in particolare, del Mose. Mose è acronimo di Modulo Sperimentale Elettromeccanico ed è lo strumento per la difesa delle maree pericolose. Conta una serie di paratoie mobili poste alle bocche di porto della città. Ad oggi, proteggono la città dalle acque che superano i 110 cm, ma la protezione potrà arrivare fino a 3 metri.

L’operazione della procura di Venezia di questa mattina, come accennato, ha portato al fermo di 35 persone e di 100 indagati che avrebbero agito a vari livelli. Ecco cosa accadeva: Giorgio Baita, l’ex amministratore delegato di Mantovani, avrebbe sottratto fondi destinati alla realizzazione del Mose, spostandoli in fondi neri a San Marino. Qui, i soldi, sarebbero stati ripuliti attraverso una società finanziaria. Il denaro sarebbe stato poi “reinvestito” nella politica attraverso bustarelle e fatture false. E proprio a questo livello è scattata l’operazione dei pm di Venezia di oggi. In passato, invece, era finito in carcere anche Giovanni Mazzacurati, persona ai vertici di CVN, considerato da molti il burattinaio del Mose.

 

 

Anticipazioni Il segreto mercoledì 4 giugno: Olmo scopre il segreto di Soledad

MTV - Herbert Ballerina - Testa di calcio copertina

Mondiali di calcio 2014, Testa di calcio: il viaggio di Herbert Ballerina nel paese della samba