in ,

Venezia, caos in centro: 150 anarchici come i black bloc a Milano

Venezia, forse una delle città più amate d’Italia, oggi è tutt’altro che meraviglia e romanticismo: un gruppo di circa 150 anarchici ha imbrattato i muri del centro storico, ha distrutto o rovinato i bancomat, i danni ai negozi sono molteplici, esattamente come successe a Milano mesi fa, quando i black bloc si sono fatti avanti. Il movente, ancora una volta, è la lotta al capitalismo.

Come a Milano, anche a Venezia, il gruppo di anarchici provenienti da tutta Italia che ha condotto il blitz ha imbrattato con bombolette spray le vetrine dei negozi, i muri della città, le banche e i bancomat: “Chi devasta e saccheggia è il capitalismo”, si legge tra i vari orrori che ormai ricoprono gran parte delle mura di Venezia. Le forze dell’ordine sono subito intervenute per ristabilire l’ordine.

Il gruppo di anarchici non è riuscito, fortunatamente, a raggiungere piazza San Marco, grazie al pronto intervento di polizia e carabinieri, sostenuti dai vigili urbani di Venezia. Al momento, gran parte dei vandali sono stati confinati nella zona di Rialto. Intanto, le autorità locali hanno fatto sapere che non si sono verificati gravi casi di aggressione ai danni dei negozianti.

Seguici sul nostro canale Telegram

Capodanno a Rimini offerte 2016

Capodanno 2016 a Rimini: eventi, offerte e itinerari per festeggiare col botto

Ranieri Leicester City Premier League

Claudio Ranieri primo in Premier League, Leicester vince ed è solo in vetta