in ,

Venezia, professore entra in classe con parrucca bionda e tacchi spillo: “Ecco chi sono”

Un insolito modo per fare outing quello adottato da un professore dell’istituto di Agraria Scarpa-Mattei a San Donà di Piave, in provincia di Venezia, per gridare al mondo e ai suoi alunni di essere omosessuale. Sì, perché dall’oggi al domani il docente 51enne si è presentato in classe con nuove sembianze e nuova identità (parrucca bionda, tacchi a spillo e minigonna) lasciando basiti studenti e colleghi.

“Ragazzi, da oggi chiamatemi Cloe”, ha detto varcando la porta dell’aula e mettendo tutti di fronte al fatto compiuto. Un cambiamento improvviso e inaspettato, il suo, che ha suscitato l’indignazione di molti genitori e dell’assessore regionale all’istruzione, Elena Donazzan, che ha denunciato l’accaduto via Facebook e a Il Gazzettino ha dichiarato: “Sono schifata. Rispetto gli orientamenti sessuali di tutti purché restino nella sfera privata. Se qualcuno vuole travestirsi da donna lo faccia a casa sua”.

Nessun provvedimento disciplinare al momento risulta essere stato preso nei confronti della professoressa Cloe, che con senso di liberazione avrebbe confidato al genitore di un suo alunno: “Desideravo dimostrare chi sono da quando avevo 5 anni, l’ho fatto perché ora sono di ruolo”. Ma la polemica divampa:  “Nessuno era al corrente del fatto, i genitori non erano stati avvertiti, i docenti non ne sapevano nulla”, ha denunciato il padre di un alunno con una lettera indirizzata all’assessore regionale all’Istruzione, Donazzan.

Esodati, la testimonianza di Roberta: «Altri 10 anni senza lavoro e senza pensione»

Riforma pensioni 2016 ultime novità: intervista esclusiva al portavoce della Rete dei Comitati Esodati

Alessia Marcuzzi news intervista

Alessia Marcuzzi Instagram: il collage per il primo anniversario di matrimonio