in ,

Venezia: neonato morto trovato tra i rifiuti, il corpo era in avanzato stato di decomposizione

Venezia neonato morto trovato fra i rifiuti. Sconvolgente ritrovamento quello fatto da due dipendenti di una ditta di trattamento rifiuti di Musile di Piave, nel Veneziano.

Mentre – come ogni giorno sono soliti fare – stavano setacciando i residui della raccolta differenziata d’improvviso l’immagine agghiacciante davanti ai loro occhi: il corpo senza vita di un neonato è fuoriuscito da un sacchetto. Era in avanzato stato di decomposizione. Superato lo shock iniziale hanno poi chiesto l’intervento dei carabinieri di San Donà.

Potrebbe interessarti anche —> Tenta di uccidere la compagna al culmine di una lite: arrestato 50enne di Alvito

 Si è appreso che il corpicino del bambino aveva ancora tracce del cordone ombelicale attaccato ma il suo stato non avrebbe permesso ai militari di capire da una prima analisi se si trattasse di un maschietto o di una femminuccia. Al momento dunque ancora non sarebbe possibile stabilire la data del decesso né quella del parto, tanto meno sarà facile risalire alla madre in quanto la ditta per la quale lavorano i due operai che hanno trovato il corpo tratta rifiuti della raccolta differenziata che provengono da molte regioni del centro-nord Italia.

Aperta un’inchiesta: i militari del nucleo investigativo di Mestre, titolari delle indagini, lavoreranno adesso in collaborazione con gli esperti del Ris di Parma. Al momento le forze dell’ordine hanno lanciato un appello affinché chiunque abbia visto o sia a conoscenza di qualche dettaglio utile contatti immediatamente il 112 per aiutare gli inquirenti. Il magistrato che si sta occupando del caso ha intanto disposto l’esame autoptico sul corpicino del neonato; occorre infatti risalire al profilo genetico della vittima e capire come e quando è morto.

Sconvolta la sindaca di Musile, Silvia Susanna: “L’azienda tratta rifiuti che arrivano da diverse zone d’Italia e quindi il piccolo corpicino potrebbe non provenire da Musile e neppure dal sandonatese. Al momento sono ignote le motivazioni di un simile gesto […] Sono sconvolta per la notizia. Quanto accaduto deve far riflettere soprattutto se legato a eventuali disagi sociali di cui ancora non siamo a conoscenza”.

domenica live ospiti oggi

Domenica Live oggi, 5 novembre 2017, ospiti: Max dei Fichi d’India e Francesco Monte

Chris Jericho torna a lottare nella NJPW: match a Wrestling Kingdom contro Kenny Omega