in

Venezuela, dipendenti pubblici lavorano 2 giorni a settimana: ecco il perché

Il governo del Venezuela, come riporta la fonte della BBC, ha imposto un periodo lavorativo settimanale pari a soli due giorni, ecco per quale motivo lo avrebbe fatto. Lo stato del Venezuela è entrato in una profonda crisi energetica e il suo governo, per arginare il collasso, ha stabilito che i dipendenti pubblici potranno lavorare solamente due giorni a settimana.

Il vice presidente Aristobulo Isturiz, infatti, ha comunicato che le giornate lavorative dei circa 2,8 milioni di dipendenti pubblici verranno ridimensionate a due nei giorni di lunedì e martedì, questo fino a quando la situazione non avrà cominciato a migliorare. Aristobulo Isturiz durante il suo comunicato ha infatti dichiarato: “Nel settore pubblico non si lavorerà i mercoledì, i giovedì e i venerdì eccetto per i compiti necessari e fondamentali“.

Già lo scorso 6 aprile lo stesso presidente del VenezuelaNicolas Maduro, aveva stabilito che nelle giornate di venerdì di aprile e maggio nel paese non era più consentito lavorare. Questa è solo l’ultima delle manovre già intraprese dal governo del Venezuela: a febbraio si era deciso di diminuire l’orario di lavoro dei centri commerciali e nel mese di maggio, invece, entrerà in vigore l’ora legale e le lancette degli orologi dovranno essere spostate avanti di trenta minuti.

Photo Credit: g-stockstudio/Shutterstock.com

Aperture ville e cascine a Milano gratis

SuperMilano Days 2016: eventi per scoprire ville, cascine, chiese e musei ‘fuori porta’

Radio Italia Live 2018 scaletta-ordine-uscita

Cos’è Soundreef e quali sono le differenze con la SIAE