in

Venezuela maltempo, almeno 15 persone morte e 8mila case distrutte [VIDEO]

Dramma in Venezuela dove almeno 35mila persone sono state direttamente colpite dal maltempo. Si contano almeno 15 morti e ottomila case distrutte. La situazione è particolarmente drammatica negli stati occidentali dove a Merida un fiume è esondato isolando l’intera città di Tovar. (Continua a leggere dopo la foto)

Venezuela Maltempo

Venezuela maltempo: 15 morti, le parole del presidente

Una stagione delle piogge anomala che si è presentata almeno con un mese di anticipo e con una violenza sconosciuta in passato, sta scuotendo il Venezuela. La situazione più grave negli undici stati che si trovano ad Ovest del paese.

Il presidente venezuelano Nicolas Maduro, intervenuto sulla tv pubblica, ha comunicato i dati relativi ai danni di questa pioggia torrenziale. Secondo il politico sono almeno 35mila le persone direttamente colpite dalle piogge torrenziali: si contano inoltre almeno 8 mila case distrutte e 15 morti.

Un maltempo che non sembra voler arretrare e che minaccia persino un peggioramento nei prossimi giorni. Danni ingenti anche nello stato di Merida, dove il fiume Mocoties ha straripato dal suo letto fino ad arrivare nelle strade principali della città di Tovar. In questo momento l’intera area è senza elettricità e telefono e i soccorsi faticano ad arrivare perché tutti gli accessi alla città sono bloccati dall’acqua.

Una tragedia che si ripete: il 2020 come il 2005

Il Venezuela gode di un clima tropicale, contraddistinto da una stagione piovosa. Ma quest’anno il maltempo è arrivato prepotentemente e un po’ in anticipo rispetto a quando era previsto. Secondo il ministro dell’Interno Remigio Ceballos non ci sono dubbi, la pioggia continuerà per almeno i “prossimi dieci giorni”.

Non sembra dunque placarsi il flagello del maltempo sul territorio venezuelano. Una situazione drammatica che ricorda tragicamente quello che avvenne nel 2005 nello stato di Merida quando morirono 41 persone e altre 52 risultarono disperse a causa delle alluvioni provocate dalle forti piogge. Per riprendere le parole di Jesus Quintero, un giornalista di Merida: “La situazione è drammatica, triste, senza speranza. Perdere tutto non è facile, ma è peggio perdere i propri cari. È la tragedia del 2005 che si ripete”.

incidente a4

Incidente in A4, camion per trasporto animali si ribalta: strage del pollame in fuga

francesco bocciardo

Paralimpiadi, Francesco Bocciardo è il re dello stile libero: secondo oro in due giorni