in

Vertice Bruxelles, cosa prevede l’accordo sui migranti? I punti chiave

Dopo una lunga notte di trattative, scontri e minacce, veti e controveti, l’Unione Europea, al termine della prima giornata del Consiglio europeo in corso a Bruxelles, ha raggiunto l’accordo tra i 28 leader sulle conclusioni, trovando la quadra anche sulla spinosa questione dell’immigrazione che rischiava di spaccare l’Europa. Ma quali sono i punti più salienti dell’intesa? A elencarli è stato lo stesso presidente del Consiglio Giuseppe Conte che, dopo l’estenuante maratona, si è detto soddisfatto dell’accordo trovato perché ora “l’Italia non è più sola”. Intanto, Matteo Salvini a Circo Massimo fa sapere di essere titubante: “Non mi fido delle parole, passiamo ai fatti.” 

Leggi anche: Tutte le news sul vertice di Bruxelles, le parole di Salvini

Cosa prevede l’accordo UE sui migranti?

Ma cosa prevede l’accordo UE sui migranti raggiunto in occasione del vertice di Bruxelles tenutosi oggi 29 giugno 2018?

  1. APPROCCIO INTEGRATO – La regolazione e la gestione dei flussi migratori saranno gestite, come richiesto dall’Italia, con approccio più integrato anche in relazione al controllo delle frontiere. E’ passato quindi il principio che chi arriva in Italia arriva in Europa.
  2. STRETTA SULLE ONG – E’ stato affermato il principio in base al quale tutte le navi che attraversano il Mediterraneo, comprese le Ong, devono rispettare le leggi e sono tenute a non interferire con le operazioni della Guardia Costiera Libica.
  3. SALVATAGGI IN MARE CONDIVISI – Per quanto riguarda i salvataggi in mare si prevedono azioni basate sulla condivisione tra gli Stati membri. Si affaccia poi la possibilità di creare dei centri di accoglienza per consentire lo sbarco e il transito dei migranti anche in Paesi terzi.
  4. CENTRI SU BASE VOLONTARIA – Potranno essere creati in Europa dei centri di accoglienza nell’ambito degli Stati membri ma solo su base volontaria.
  5. FONDO PER L’AFRICA – E’ stato affermato il principio del rifinanziamento del Fondo fiduciario per l’Africa, “particolarmente utile – spiega Conte – per le rotte dei migranti dal Nordafrica”.
  6. ACCORDI CON I PAESI DI ORIGINE – C’è condivisione anche sull’obiettivo di intensificare i rapporti e gli accordi con i Paesi di origine e di transito dei migranti.
  7. RIFORMA DUBLINO – Nelle conclusioni dei 28 leader Ue si sottolinea infine la necessità di riformare Dublino.

Vertice Bruxelles: sanzioni contro la Russia, ecco le ultimissime

I capi di Stato e di governo dell’Unione Europea hanno infine trovato un accordo per rinnovare le sanzioni economiche contro la Russia per il suo intervento in Ucraina dell’Est. Durante il vertice Macron e Merkel hanno presentato un rapporto sulla mancata attuazione degli accordi di Minsk sul cessate il fuoco in Ucraina.Secondo fonti europee, la decisione di prolungare per altri sei mesi le sanzioni contro i settori bancario, finanziario e energetico russi sarà formalmente presa a livello di ambasciatori dei 28.

Caso Yara Gambirasio news oggi

Pescara maestro di musica arrestato per pedopornografia: nel suo pc anche foto di Yara Gambirasio

abolizione dei vitalizi

Abolizione vitalizi parlamentari, Casellati frena e scatta la furia pentastellata: gli attacchi del M5s