in ,

Veterinario azzannato da cane si sfoga su Facebook: è bufera

Un veterinario di Palermo è finito nell’occhio del ciclone di animalisti ed amanti degli amici a quattro zampe in generale per aver pubblicato sul proprio profilo Facebook la foto di una gamba morsicata da un cane randagio. Ma sopratutto, per le parole allegategli a fianco (“Ecco cosa può succedere quando incontri un branco di cani in Favorita. Prego perché accada lo stesso a tutti i componenti dell’unità cinofila della polizia municipale ed agli animalisti benpensanti“): adesso questo post potrebbe costargli caro.

Il Partito Animalista Europeo, infatti, lo avrebbe denunciato all’Ordine dei Veterinari, che lo avrebbe convocato per la prossima settimana. La convocazione potrebbe essere dunque il primo step per l’apertura di un provvedimento disciplinare. Il veterinario per adesso sembra essersi eliminato- od oscurato- da Facebook, ma il post è ancora visibile all’interno del gruppo pubblico che alcune associazioni locali (Lida, Oipa, Uada, Pet emergency, Liv, AnimaAnimalista, Lo Scodinzolo) hanno aperto per invitare il maggior numero di utenti possibile ad intasare la casella postale del medico, dell’Ordine dei veterinari e di altri organi competenti con e-mail di protesta.

Capiamo benissimo il disagio e la paura che scaturisce a seguito di un simile fatto, ma a voi i commenti sul modo di esprimersi e sulle pesanti affermazioni del medico veterinario in questione il quale, ignorando le normative vigenti in materia di randagismo, afferma che per un cane morsicatore è previsto oltre la chiusura al canile anche l’eutanasia” scrivono gli animalisti inferociti. Il giovane veterinario palermitano, infatti, ai primi commenti di protesta, invece di chiedere scusa avrebbe rincarato la dose alludendo ad una “lezione” data al cane.

Arrow versione Lego

Arrow 3 anticipazioni 27 gennaio: Sara torna in vita

Mara Venier lite con Alessia Marcuzzi prima della diretta

Isola dei Famosi: lite Marcuzzi-Venier prima della diretta, ma arriva la smentita