in

Viaggio a Malta, l’isola nel cuore del Mediterraneo capace di sorprendere

Malta è un gioiello incastonato nel profondo blu del mar Mediterraneo. La bellezza di questa isoletta lunga appena 35 chilometri è stata riscoperta recentemente, merito anche dei tanti collegamenti low cost da numerose città italiane (vedi Ryan Air) che la rendono una meta appetibile e raggiungibile in pochissimo tempo.

L’isola vanta una storia millenaria che ha visto il susseguirsi di numerosi popoli: dai fenici ai romani, dagli arabi agli spagnoli, fino ad arrivare agli inglesi, di cui conserva ancora la lingua ufficiale (affiancato dalla lingua semitica del maltese).

Malta borse di studio

 

Interessanti, in particolare, sono le testimonianze ereditate dal mondo arabo: lasciatevi incantare dalle splendide chiese barocche (l’isola ne vanta in tutto ben 365, una per ogni giorno dell’anno) e dai caratteristici balconi arabeggianti – denominati gallarijia – dietro i quali, un tempo, si narra si nascondessero le signore che volevano osservare i passanti senza essere a loro volta notate.

Da dove cominciare? Naturalmente da La Valletta, la capitale. Chi dice “Malta”, si sa, dice anche Ordine dei Cavalieri dell’isola. Allora il primo luogo da visitare potrebbe essere proprio la Casa Rocca Piccola, che vi permetterà di accedere ad un ricco patrimonio di arredi, manoscritti e fotografie che rivelano la storia ultracentenaria che ha avuto come protagonista la nobile famiglia dell’ordine dei cavalieri. Una curiosità: tra queste stesse mura vive ancora la famiglia De Piro.

La Cocattedrale di San Giovanni è un gioiello da non perdere: non lasciatevi ingannare dall’esterno piuttosto anonimo e varcate la soglia per scoprire il tesoro inestimabile della splendida volta in pietra disegnata a trompe-l’oeil , riproducendo una prospettiva ingannevole e seducente. Nell’oratorio si possono ammirare due opere pittoriche di Caravaggio, di cui la più importante, anche perché riporta la firma dall’artista, è la “Decollazione di Giovanni Battista”.

Appassionati di preistoria? In poco più di trenta minuti d’auto è possibile raggiungere un’attrazione unica in Europa: si tratta dei megalitici dalle dimensioni colossali dei Templi di Hagar Quim, che risalgono circa al 3.200 a.C. Protetti da moderne coperture, sono collocati in un punto panoramico in mezzo alla natura.

Ma poi si sa che l’attrazione maggiore di Malta è il mare. Allora regalatevi  un tour del porto della Valletta e scoprite panorami mozzafiato come quello regalato dall’Upper Barrakka Gardens. Volendo è anche possibile fare un viaggio a bordo della dghalejsa, la caratteristica imbarcazione che ricorda le gondole veneziane.

Chi ha voglia di “spiaggiarsi” sappia che le spiagge di sabbia sono poche e molto frequentate in alta stagione. Tuttavia è possibile sostare sulle scogliere e regalarsi escursioni per ammirare formazioni rocciose dalla bellezza impareggiabile (come la Azure Window, vicino all’Island Sea). Da consigliare assolutamente agli appassionati di sport acquatici è l’isoletta di Comino, nota anche per ospitare l’incantevole Laguna Blu, uno dei migliori luoghi di balneazione di Malta.

Ovviamente a Malta non può mancare la vita notturna: allora divertimento sia per chi ha voglia di fare le ore piccole divertendosi tra un localino e l’altro sul lungomare di Sliema, una delle zone a più alta concentrazione turistica dell’isola.

Chi, invece, è alla ricerca di un po’ di relax non si allarmi. Tra le infinite possibilità che offre l’isola, c’è anche quella di visitare con un’escursione la tranquilla isola di Gozo, avvolta da un’atmosfera bucolica e ancestrale. Di sera avrete il piacere di incontrare di fronte alle loro case gruppi di donne dedite al tombolo e ai ferri, che vi riporteranno indietro nel tempo.

E per una pausa? I più “coraggiosi” si potranno regalare un tipico aperitivo maltese a base di lumache e birra locale Cisk. Da assaggiare anche la tipica pasta sfoglia ripiena con un purè di piselli o di formaggio di capra serviti ancora tiepidi.

(fonte: Blog di Viaggi; autore dell’immagine: Michele Solmi, da Flickr.com)

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

un medico in famiglia 9

Un Medico in Famiglia 9 anticipazioni puntata 6 aprile: guerra fra Elena e Giada per Tommy

Giorgio Gaber

Milano per Gaber, ecco il calendario di tutti gli eventi (video)