in ,

Vicenza maltrattamenti all’asilo, maestra sotto accusa si difende in tv: “Ho solo simulato lo sputo”

“Ho visto in televisione quei video e ci sono rimasta malissimo … sembro una pazza in cerca di qualche bambino da maltrattare, ma le cose non stanno così. Quelle immagini non mi rappresentano, sono frammenti estrapolati da tante e diverse situazioni, si riferiscono a momenti diversi …”. Queste le parole della maestra Giovanna, l’educatrice di una scuola statale dell’infanzia di Vicenza sospesa dal servizio con la terribile accusa di maltrattamenti ai danni dei suoi giovani alunni.

Nello specifico, alla insegnante sarebbero contestati due episodi immortalati dalle telecamere: un ceffone in volto ad un bimbo, ed uno sputo in faccia ad un altro, dato “per educarlo” in quanto abituato a “sputare dappertutto sugli oggetti e sui compagnetti”, come dalla stessa insegnante confermato poco fa in collegamento video con Pomeriggio 5.

“Chiedo scusa per lo schiaffo, sono pentita … non so, forse mi è scappato” – ha detto ammettendo la sua responsabilità – “ma è successo solo una volta e non so spiegarmi perché. Io sono contraria ai ceffoni, perché umiliano… non è nel mio Dna, non mi appartiene quella abitudine”. Maestra Giovanna ha poi negato categoricamente di avere sputato in faccia allo scolaro troppo vivace: “L’ho sorpreso a sputare dentro il contenitore dei giocattoli che avrebbero usato anche i compagni, allora l’ho rimproverato e gli ho chiesto ‘Ti piacerebbe che te lo facessi io?’, solo mimando il gesto dello sputo. Si è trattato solo di una simulazione, posso assicurarvi che non l’ho sputato”.

Pasqua 2016 offerte viaggi low cost

Pasqua 2016 viaggi low cost: le migliori offerte, da Flixbus a Megabus

triangolo delle bermuda dove si trova mistero

Triangolo delle Bermuda, dove si trova la misteriosa zona delle mille sparizioni