in ,

Vicenza rapinatore ucciso: busta con proiettili a gioielliere e benzinaio Stacchio

Una busta minatoria contenente due proiettili per arma corta è stata recapitata all’indirizzo di Roberto Zancan, il gioielliere che lo scorso 3 febbraio aveva subito un tentativo di rapina a Ponte di Nanto, Vicenza, durante il quale il malvivente era stato ucciso da un colpo di pistola sparato da un benzinaio. Il signor Graziano Stacchio, sparò infatti al rapinatore, Albano Cassol, nomade trevigiano, mentre si dava alla fuga insieme ai suoi complici.

Il caso, che da settimane sta suscitando non poche polemiche per il presunto “eccesso di legittima difesa” esercitato dal signor Stacchio, è stato assurto a simbolo dei disagi che i cittadini del Veneto stanno vivendo per il rischio, ormai sempre più elevato, di incorrere in simili situazioni.

Nella busta, recapitata ieri sera mentre i proprietari della gioielleria erano collegati in diretta con la trasmissione di Retequattro, “Quinta colonna”, c’erano indicati proprio i nomi dei signori Zancan e Stacchio. Sul posto sono giunti immdiatamente i carabinieri del reparto operativo di Vicenza.

Pierluigi Diaco al televoto

Isola dei Famosi 2015 diretta: Pierluigi Diaco in nomination con Fanny e Cristina

Capodanno cinese 2015: una festa colorata nel cuore di Milano (Foto)